PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Confessione dovuta

GRANDE è il desiderio, grandissima la volonta di comporre, il tutto quasi quanto la mia ignoranza letteraria, ignoranza dovuta alla mancata istruzione che mi è stata negata all'età dell'adolescenza. Ogni mio sforzo nel tentativo scrivere dei versi in rima, o dei brani, viene vanificato per mancanza di quel necessario bagaglio che si acquisisce con l'esercizio continuo negli anni. Questo mio sano desiderio, nasce in un mmomento della mia vita non molto florido. Da circa dieci mesi, sono infermo a causa di un incidente domestico. Più grande è il disagio, di pari misura cresce in me la necessità di vergare qualcosa. oggi sento la necessità di scusarmi con tutti coloro che hanno letto i miei misere versi pubblicati in ""POESIE RACCONTI""e riconosco di essere stato sfrontato, spero di avere recuperato la vostra fiducia, grazie

 

4
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 24/07/2013 11:30
    Gentile Agostino,
    innazitutto ti faccio i migliori auguri di guarigione, eppoi, da quanto letto, vedo che usi un linguaggio abbastanza forbito e piacevole. Spero quindi di leggerti senza la scusa dell'incidente domestico.
  • Anonimo il 23/02/2012 18:43
    caro agostino il tuo scritto è commovente... ma non per il fatto della tua infermità ... che mi fa star male... ma per la tua grande umiltà dote assai rara... scrivi molto meglio te di persone con in tasca tanti pezzi di carta, ma con una prosopopea che mette paura... lo scrivere è un dono naturale che esce dal cuore... e tu carissimo amico hai questo bellissimo dono ogni bene carla
  • gina il 07/02/2012 19:08
    Nemmeno io ho basi per scrivere, mi piace farlo e mi butto...
    Sicuramente non piacerà a tutti, siamo qui per esprimerci ed imparare, l'importante è accogliere le critiche con il giusto spirito. Scrivi discretamente, onore in più visto che non c'è una preparazione scolastica dietro!
  • AGOSTINO il 05/02/2012 21:49
    grazie ad entrambi, grazie per l'augurio per la mia salute, devo confessare, i vostri commenti mi hanno commosso, ho aggiunto qualcosa sulla prima nota proprio seguendo i vostri consigli, spero venga accolta dalla direzione ciao a presto
  • alta marea il 05/02/2012 17:23
    Da parte mia la più sincera solidarietà, spero tu possa intanto recuperare l'efficienza fisica, per il resto non preoccuparti, scrivi come sai, vedrai che sarai sicuramente apprezzato e te lo dice uno che non aveva mai scritto cose per poi pubblicarle. Auguroni
  • mariateresa morry il 05/02/2012 17:18
    Agostino, come prima cosa tanti sinceri auguri di ripresa fisica e anche un po' psicologica, visto che corpo e mente si sostengono a vicenda... Per il resto, posso capire che tu senta di fare fatica a scrivere o a comporre qualche verso, vedo però che in prosa te la cavi benissimo ed il tuo è un italiano corretto. Molti autori sono degli autodidatti sia tra gli scrittori che tra i poeti, e non è necessario aver fatto " scuole alte" per tirar fuori quello che di buono e di emotivo c'è in noi. Quindi non aver alcun complesso... scrivi quello che senti di scrivere. Non devi imitare nessuno, ma essere solo te stesso... Se posso darti un suggerimento per cominciare fruga un poco nella tua vita, trova qualche episodio passato o recente che ricordi e che ti ha suscitato una emozione... scrivilo come se lo raccontassi a te, andrà benssimo anche per noi. Prima di chiudere : Montale aveva il diploma di ragioniere ( con tutto il rispetto per i rag., ma di certo non aveva una base classica nella sua formazione). Si è formato leggendo tantissimo e di tutto. Comunque divenne poeta, perchè lo era dentro... e questo vale la pena ricordarlo! Aspetto di leggere qualche cosa di tuo!!! E prestoooo..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0