PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'amore

Prendetemi per pazza, se a 42 anni credo ancora nell'anima gemella, ma proprio la mia vita, gli incontri, gli amori, mi hanno portato a credere che la nostra parte della mela esista in questo mondo. Il problema è incontrarla.
Non c'è dato sapere chi essa sia, quando e dove la incontreremo e neppure se mai la incontreremo.
Io sono certa che in questo infinito mondo esista la persona che ti completa, che ti capisce senza parlare, che al solo guardarti ti legge dentro, che accetta tutto di te senza chiederti di cambiare in niente, insomma la metà della tua anima che al momento della tua creazione ti è stata tolta e messa a vagare per il mondo.
Credo per questo che ognuno di noi abbia nel suo intimo un vuoto che non capisce cosa voglia dire, una malinconia che ti prende alle volte anche se tutto va come vorresti, un sentire che anche se la persona che hai accanto è da te amata, non ti appaga. Ti manca qualcosa.
Io penso che quello che manca è la nostra metà della vita.
Alle volte la incontri troppo presto, non la comprendi, la vivi male e finisci col perderla, mantenendo nel cuore quel dolore che non riesci a capire, che ti impedisce di dimenticare.
Altre volte la incontri troppo tardi, quando la tua vita ha già preso strade che tu non puoi più cancellare, non ti è permesso di viverla, così ti passa accanto ti sfiora e ti abbandona perché lo stare insieme, diventa solo dolore.
Infine potresti non incontrarla mai per un'infinità di ragioni, il destino, il caso, il mondo...
Oppure se sei tra gli eletti e ti è dato di incontrarla, di viverla, di passare tutta la tua vita con lei, allora sarai felice e sereno in eterno, tutto avrà un aspetto chiaro e sublime, tutto si supererà anche le prove più difficili. Quel vuoto, quella malinconia sparirà e vivrai di vero amore.
Io non so ancora bene in quale categoria sia finita, ma soprattutto non credo sia il luogo questo per raccontarlo, vi voglio solo lasciare alcune righe rubate da un film indiano visto anni fa.
La morale del film era che non puoi tenere legato a te qualcuno che non ami, perché potresti impedirgli di incontrare la persona che davvero lo ama, e impedire a te di trovare l'anima che ti completi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 08/09/2012 06:42
    Riflessione importantissima, tutti cerchiamo qualcuno per sentirci appagati e più completi. Talvolta si trova oppure non si riconosce oppure non capita mai. Il punto è un altro: quando si conosce una persona che ci piace è d'obbligo condividere tutto e i difetti fanno parte di questa globalità. La coppia non è solo romantica, è molto più spesso senso di responsabilità che richiede impegno e anche passi indietro reciproci di certe asperità caratteriali. Altrimenti finisce e si chiama in un altro modo.
  • SalvatoreCierro il 28/08/2012 11:09
    È come se avessi scritto la realtà dell'amore, niente è prevedibile. Il tuo amore puoi incontrarlo troppo preso o troppo tardi, che per fortuna o sfortuna non sapremo mai quando sarà presto o tardi, oppure al momento giusto. Appunto il momento giusto è la stagione perfetta per far sbocciare un amore, e il momento giusto può essere qualsiasi anno, mese, giorno, ora e secondo della nostra vita. Parole che toccano come sempre, parole vere
  • PIERO il 03/03/2012 22:47
    Cara Stella, ho letto anche la seconda parte, ma mi stimola di più questa, con la sua affermazione, a metà pagina: "Ti manca qualcosa". È questa la fregatura. Almeno lo è stata per me. Più di una volta mi è capitato di pensare, col senno di poi: ma io l'anima gemella ce l'avevo già, cosa vado cercando? Quel qualcosa che mi mancava e che trovavo più logico cercare altrove invece che all'interno del mio rapporto. Con questo non voglio dire che bisogna accontentarsi, ma neanche lasciarsi fuorviare dall'ansia di perfezione, perché noi stessi non siamo perfetti.
  • Anonimo il 12/02/2012 17:25
    a me è piaciuto! E sai perchè stella? Perchè è la tua versione e va bene così... sei una sognatrice romantica e nessuno dice che è un reato questo... e poi qualche verità qua e là secondo me la dici... anche perchè le donne (biologiche o no) sono sempre tentate a credere anche se san ben che non esistono ai principi azzurri... ma questo fa parte dell'incoerenza umana... quindi brava!

13 commenti:

  • leopoldo il 29/11/2015 22:52
    Riflessione che condivido, un po' da sognatrice, un po' reale. Letta con piacere Stella.
  • stella luce il 04/03/2012 16:38
    Caro Piero non è cercare la perfezione, io parlo di un qualcosa che ti manca che va molto nel profondo nell'anima, e non è detto che lo si trovi. Accontentarsi mai ma neppure rinunciare... ma como ho scritto scriverlo è facile viverlo è tutta un'altra cosa...
  • mauri huis il 17/02/2012 19:45
    A me sembra una riflessione bella e onesta, che è valsa la pena scrivere e leggere. Io sono passato attraverso tutti gli stadi descritti, perciò li conosco bene. Ed è vero che esiste una anima complementare, più che gemella, e forse più d'una, ma non è detto che ci sia dato d'incontrarla, nè che questo avvenga nel momento opportuno. Ma d'una cosa son certo: chi non l'ha ancora trovata continui a cercarla. Anche se fosse solo per qualche anno o solo qualche mese, ne varrà sempre la pena!
  • Bianca Moretti il 14/02/2012 19:28
    Secondo me il problema non è tanto trovare l'anima gemella o l'altra metà della mela che se ti dice bene la trovi pure, quanto piuttosto riuscire a tenerla "attaccata", e questo può essere possibile solo con l'impegno e la voglia di entrambi a costruire qualcosa di solido e duraturo... Comunque, a prescindere se si è d'accordo o meno con quanto l'autore esprime sull'argomento e qualunque sia la sua opinione (insindacabile perché sua) le riflessioni sono sempre belle, perché inducono a far riflettere anche il lettore, favorendo lo scambio e la condivisione di idee.
  • stella luce il 13/02/2012 09:44
    grazie a tutti per i vostri commenti che mi hanno portato molto a riflettere... chi mi conosce bene sa che io spesso ho bisogno di pansare sulle cose che mi vengono dette... ho riflettuto su tutte e ne è uscita la parte due di questa mia riflessione spero la leggiate... ciao e grazie
  • Amorina Rojo il 12/02/2012 17:18
    tutto si pol dire di codesta riflessione ma non che non faccia risaltare una fede incrollabile nell'amore Vero, intendendo per vero un amore che nel sentire dell'autrice appare quasi come una fede... mi ricorda molto chi dice: Dio è unico e il politeismo è una cosa che non fa per me... se proprio dovessi schierarmi opterei per il monoteismo in amore ed il politeismo in religione... ma per la verità non è un mio problema... nessuno può convincere l'altro del contrario di quello che lui sente... bacino
  • Fernando Piazza il 12/02/2012 13:50
    Non so perché il sistema non mi permette di postare il mio intervento, forse perché troppo lungo, non so. Provo a risolvere la cosa in un altro modo, ossia pubblicando la risposta sul mio spazio. Infatti il tuo testo merita più di un semplice consenso o dissenso che non limitarsi ad una semplice considerazione. In attesa della pubblicazione ti saluto.
  • Anonimo il 12/02/2012 13:30
    Sono d'accordo con te. Penso che l'anima gemella prima o poi arriva. dobbiamo sempre sperare. Ti abbraccio
  • Gianni Spadavecchia il 12/02/2012 13:16
    Riflessioni incredibili che penso abbiano pensato tutti, forse non alla stessa maniera. Molto profonda Stella, ottima Morale!
  • Anonimo il 12/02/2012 09:54
    Mi piace la tua semplicità e il tuo scrivere con animo aperto e col cuore in mano! Non sei pazza sicuramente ed ancora giovane per tutto l'amore che desideri. Ciao Stella!
  • mariateresa morry il 12/02/2012 09:08
    Trattando di questo arduo tema, occorre dire che ognuno parte dalla propria esperienza e quindi difficilmente si può scrivere qualche cosa che vada bene per tutti. Altrimenti bisognerebbe fare un vasto sondaggio e verificare una media di pensiero comune, il che in questo argomento non sarà mai.
    Capire perchè qualcuno crede che debba esistere l'anima gemella è in parte detto dall'autrice dal quarto capoverso, ossia tutto parte da un senso di vuoto e malinconia inspiegabile.." Ti manca qualche cosa". Giusto, ma questo non è la mancanza dell'amore gemello, che è infondo sempre un amore terreno e che quindi sarà destinato a dimostrare le sue pecche. Il sentimento di incompletezza è nella ragione d'essere dell'uomo e della suo naturale limite. Infatti anche a riuscire ad incontrare l'anima gemella, la tendenza umana è di annegare in essa, vivere unitamente ad essa e non vedere quasi nulla e nessuno di quello che c'è attorno. L'uomo, anche se ai fini di una onesta felicità, è infondo un egoista. E l'anima gemella non lo renderà migliore. Un altra osservazione che io faccio è che se un amore lo si vuol vivere a fondo, lo si vive e si sfida quanto c'è attorno, perchè un amore che vale la pena di essere vissuto vuole CORAGGIO, cosa che manca alla maggior parte della gente, subendo anche tutte le consguenze morali che questa scelta si porta dietro. Poi non è affatto vero che se si incontra l'anima gemella si potrà essere felici in eterno, perchè questo ragionamento non tiene conto che quello che può sembrare idilliaco all'inizio , si modifica nel tempo, perchè uomini e donne con il tempo, CAMBIANO e in modo inesorabile. Pensare ad un grande unico amore inossidabile è una cosa di una fissità mostruosa. L'ultima frase è vera, verissima, perchè nessuno ha il diritto di trattenere chi non si ama davvero o di imporsi sull'altro. Il possesso in amore è la cosa più sbagliata che esista e solo l'egoismo impedisce di rendersene conto.
    In altre parole :io non mi sono mai posta il problema dell'anima gemella, ma solo dell'esistenza di una persona da amare percome essa è e che mi ami per come sono io. Modelli d'amore non ne ho mai inseguiti...
  • Anonimo il 12/02/2012 08:01
    mi hai fatto venire in mente "il simposio di Platone" e la metà della mela... molto bella stella questa tua riflessione a volte credo siamo noi artefici di ciò che accade... l'amore è un sentimento forte che incontriamo quand meno lo aspettiamo... bello questo tuo scritto... lo rileggerò ti abbraccio
  • Anonimo il 12/02/2012 01:07
    la pazzia è quello che consideriamo diverso dal pensiero altrui... leggendo ho trovato solo un cuore grande... bellissima riflessione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0