accedi   |   crea nuovo account

L'amicizia è un'illusione?

Io credo nella vera amicizia. È raro trovare persone "pulite dentro". Bene, se io dimostro la mia sincerità, la mia vera personalità, il mio essere interiore, con ingenua schiettezza, so di non essere creduto dalla stragrande maggioramza degli individui, diffidenti, scettici, egoisti, pusillanimi, superficiali, indifferenti e non mi dispiace non divenire amico di persone volubili, ipocrite, profittatrici.
Sì, pago anche un prezzo ma utile a rafforzarmi e continuare nella ricerca perchè so che la mia fatica ha successo. Non pretendo che i veri amici siano migliori di me, perfetti; desidero che siano veri e sinceri come me. Li ho trovati e ne trovo ancora e questa è la soddisfazione più grande che possa ricevere.
Quando due persone si capiscono, esiste una ragione, non dovuta ad un caso fortuito ma è un premio della tenacia e della fiducia in sè e negli altri.
Se, pregiudizialmente, stabilisco che nessuno è capace di scoprire la mia "infantile genuina essenza" sono già sconfitto. Invece non faccio di tutta l'erba un fascio. Io non sono perfetto ma sono unico, così come unici sono tutti gli altri miei simili, perciò l'uno diverso dall'altro, dunque esistono persone compatibili tra loro e fra queste vi sono quelle che propagano uguale energia trasmessa con la stessa frequenza d'onda. Con queste persone si entra in ottima sintonia e vi si può rimanere per tanto tempo, anche per sempre.
È importante non pretendere dall'altro quello che non si è; questa è assurda presunzione. Si deve essere umili e capirsi reciprocamente adottando un identico criterio di valutazione.
Tutto esiste, una sola cosa è impossibile, l'immortalità del corpo.
Chi non crede in se stesso (facendo eccezione per gli egocentrici, i narcisisti, chi si crede un dio in terra, e demoni analoghi) non crederà mai nella verità dell'essere.

 

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Anonimo il 21/02/2012 19:24
    Vito... appena trovo un po' di tempo passerò a leggere i tuoi aforismi... sono interessato all'argomento. ciaociao
  • Inchiappa Vito I Song il 21/02/2012 15:43
    Grazie Carla. Anche Giacomo è assai vicino al mio pensiero. In altri miei scritti ho sostenuto che l'amicizia è una grande espressione di amore. Ma ogni sentimento è interpretato differentemente da ognuno di noi e ad esso è attribuito un significato non condiviso da tutti nella stessa maniera.
    Anche una legge sancisce delle regole ma poi vi si aggiungono dei commi, delle eccezioni, delle variabili che, nelle sue svariate applicazioni, non producono gli stessi effetti.
    Un buon pomeriggio Carla
  • Anonimo il 21/02/2012 14:27
    molto bello vito, come dice giacomo anch'io penso che l'amicizia sia una forma di amore per alcuni casi superiore a quest'ultimo, Ho sempre definito l'anico vero come Angelo senza le ali... scritto benissimo pieno di significato grazie ed un caro saluto,
  • Inchiappa Vito I Song il 21/02/2012 13:36
    Una piccola nota: nell'amore l'obbligatorietà non è data dal rapporto sessuale "costrittivo", se mancano dei veri sentimenti è un insignificante atto fisico, vuoto.
    L'amicizia arriva da sè, si tratta di simpatia spontanea tra persone che si intendono, non è un rapporto scontato per chiunque perchè, come credo di aver detto già, ci sono elementi che si prefiggono altri fini, sleali e con l'inganno non si costruisce alcunchè di duraturo.
    In qualsiasi rapporto umano, di amore, di amicizia, di interazione sociale si deve essere coscienti del fatto che, proprio perchè unici e distinti l'uno dall'altro, non si ha a che fare con delle sagome e non si può pretendere di manipolare chicchessia per farne un burattino. Il rispetto della reciproca diversità consente di stare bene insieme.
  • Inchiappa Vito I Song il 21/02/2012 10:27
    correggo gli smile, scusa
  • Inchiappa Vito I Song il 21/02/2012 10:26
    Buongiorno Giacomo, grazie del tuo commento che condivido in pieno.
    L'amicizia è un sentimento di amore assai aperto e molto più ampio e libero, non "imperativo". Ho scritto dei miei pensieri, in aforismi e "poesie", sul sito. L'amicizia, come altri sentimenti, sono istintivi e connaturati nel proprio animo. Ma ogni individuo, essendo unico perciò distitno dagli altri, ha un proprio modo di concepire ed usare ogni sentimento secondo ciò che si propone.
    Non tutti gli amici sono uguali, ve ne sono di tanti tipi: quelli sinceri, disinteressati, i figurativi, gli opportunisti, i falsi, etc.
    Ognuno di noi, dotato della portentosa facoltà di intendere, può discernere fra i tanti quei pochi con i quali può fidarsi pienamente e ricevere pari fiducia.
    L'amicizia, come l'amore, deve fondarsi sulla lealtà, sul dialogo, la comprensione reciproca. I dubbi si chiariscono con calma, parlandone e il tradimento non deve lambire nemmeno l'anticamera del cervello.
    Perciò gli amici possono essere innumerevoli ma non tutti sono uguali, allo stesso livello.
    Ti porto un esempio banalissimo. Anche qui su poesieracconti ogni autore ha un tot numero di amici poeti, ma quanti ne conosce veramente? Ciò che ciascuno scrive può mostrare il suo animo, cioè la parte più importante della personalità, perciò può dare delle impressioni diverse del proprio stato d'animo in diversi momenti e, se considerati nell'insieme, danno un'idea più completa. Ma se lo si conosce nella realtà, nel suo intimo, se si tocca il suo vivere, si compenetra il suo vero essere, la sua gioia e la sua sofferenza, la sua forza e la sua debolezza, allora si può dire veramente di conoscere una persona ed asserire con certezza inequvocabile che tipo di amico è. O capire il valore di un amore.

    Questa mia riflessione l'ho scritta stanotte in risposta ad una recensione fatta poco prima ad un mio aforisma: "Amicizia vera" - La luce di una amicizia vera illuminerà con un sorriso anche i momenti più tristi.-
    Recensioe: "Vera amicizia, vera amicizia... se nessuno di noi è disposto ad essere amico, come pretendiamo che gli altri lo siano con noi? La vera amicizia non esiste, nulla esiste, è questo il bello.. nell'inferno quest'aforisma sarebbe più credibile.. è comunque bello, rispecchia il desiderio dell'umanità, chi non ha mai sperato d'incontrare una persona tale da poter esser definita ''amica''?"

    Un buon martedì Giacomo, mi ha fatto davvero tanto piacere leggerti ed apprezzare il tuo pensiero
  • Anonimo il 21/02/2012 07:05
    Interessante riflessione che meriterebbe un lungo dibattito. da parte mia posso dire due cose.
    1- l'amicizia è un'altra forma dell'amore, anzi, forse è l'amore spiritualmente più eccelso non avendo il limite dell'obbligatorietà ( o dell'impegno) dell'atto sessuale.
    2- ho troppi amici per poter aver fatto un calcolo qualsiasi... per me è stato istintivo rapportarmi, e molti miei amici sono diversissimi da me, in tutto e per tutto. Insomma, tanti piccoli amori sbocciati per moto proprio...
    Ciaociao, bella riflesssione... ben scritta, anche.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0