username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Non mi distraggo più

Non so cosa dire, per cui non dico niente. Resto in silenzio, un silenzio pesante, che riempie le orecchie. Penso come sia strano averti qui dopo tutto questo tempo. È una giornata grigia e fuori fa freddo, ma non tremo per quello. Subito dopo mi sento avvampare, mi succede sempre. Inaspettatamente lo rompi tu quel silenzio e mi fa sorridere. Dannazione, non dovrei, ma è più forte di me. Sono poche parole, perché tu poco dopo te ne vai; ti vedo infilare la giacca ed ho già capito, anche se mi ritrovo a pregare dentro di me che resti, ancora un po'. Non succede e ci resto male, ancora un po'. Forse è meglio così, mettere distanza fa guarire, alla fine. È meglio considerando che non riesco nemmeno a guardarti negli occhi, quegli stessi occhi dove sono caduta troppe volte e mi sono fatta male, ogni volta. Stanotte, dopo tante notti, ti ho sognato. Ed è stato un bel sogno, devo dire; cose che non avvengono nella realtà. Quello che mi stupisce è non aver mai sognato di baciarti o stare con te. Forse la verità è che non ci credevo nemmeno io, che potesse essere possibile e perfino il mio inconscio si rifiutava di farmi vedere un'illusione così grande. Ecco cos'è stata, una grande illusione.. che mi sono costruita tutta da sola e da sola ho continuato. E non mi importava niente se non avevo risposte, io credevo che quando mi parlavi e mi sorridevi e sembravi farlo di più che con le altre, quello era il segno che qualcosa c'era. Ma non c'era niente.. o forse sì, non lo so. Non sono mai stata tanto coraggiosa da scoprirlo. Adesso resta quello che si è rotto, mille pezzi di illusioni, di cuore ridotto a un cencio, mille pezzi di niente. Restano anche i brividi, quelli che ancora provo. Resta la stima per te, perché continuo a pensare che un po' diverso dagli altri sei. Mi dispiace avere la consapevolezza che tu non sei così, perché ho avuto la fortuna, forse solo una volta, di vederti davvero e so per certo che quella che hai su è una maschera. So che magari questa tua scorza così dura nasconde qualcosa di bello. Ma mi sono stancata persino di cercare sotto la corazza. È un gioco che perdo sempre e che si ripete, ancora e ancora. Per questo ti chiedo di restare lontano, lì, dove sei stato finora. Non fare neanche un passo. Non sorridermi più, dato che hai smesso di farlo. Non parlarmi, non venirmi a cercare, non chiedermi niente. Perché lo so che se lo facessi, io correrei per aiutarti. Correrei da te, cercherei di fare il possibile e anche di più; e non voglio. Voglio essere distaccata e anche un po' glaciale. E l'unico modo per riuscirci è che tu resti abbastanza lontano da me. Una distanza di sicurezza, ecco. In fondo, è anche questo un caso di pericolo, seppure a modo suo. Voglio tenerti lontano e sapere che non c'è niente da fare per accorciare quella distanza. Sai, a volte avere la consapevolezza che non ci sei è molto meglio che continuare a sperare inutilmente in un tuo arrivo.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • augusta il 24/09/2012 13:08
    brava... letto con molto piacere... scorrevole...
  • Malù - il 06/03/2012 18:59
    Grazie mille per tutti questi complimenti! l'ho scritto di getto, e sono felice di essere riuscita a trasmettere quello che volevo. Terrò conto del consiglio, grazie anche per i suggerimenti
  • Anonimo il 06/03/2012 07:37
    Una bella riflessione, molto credibile anche. Suggerirei solo di impaginare diversamente, per alleggerire l'impatto grafico; per esempio andare a capo qualche volta staccando anche i tempi di lettura con pause ad hoc. Brava. Ti leggerò ancora. Saluti.
  • Virgi Garcia Mundòz il 05/03/2012 22:32
    Davvero bello! Mi piace la lucidità con la quale affronti una situazione che, converrai con me, non è emotivamente facile da gestire. Mi sembra quasi d'immaginare la situazione e tutti questi pensieri che ti affollano la mente. Ben scritto e molto coinvolgente. Bravissima!
  • Anonimo il 05/03/2012 22:15
    Ottimo lavoro, ottima anche la descrizione realistica di certi momenti. Come genere e come stile di scrittura faresti sicuramente parte dei miei preferiti. Complimenti davvero!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0