accedi   |   crea nuovo account

Zero

Lo zero non è un bel numero, è un numero di cui quasi nessuno tiene considerazione. Vela un po di mistero, rappresenta il nulla, un insieme vuoto. Eppure mi ha sempre colpito. Spesso diamo al nulla un valore non abbastanza certo, eppure il nulla esiste e per noi risulta essere fondamentale. Tutto ciò che ci circonda esiste proprio perché adiacenti al numero zero vi sono numeri definiti più ed altri definiti meno, i quali senza lo zero non sarebbero elementi diversi. Tu che stai leggendo questo testo: devi sapere che, la possibilità che uno stimolo che le fibre recettoriali oculari emanano al cervello per essere elaborate, con conseguente interpretazione della scrittura, sono governate da un potenziale d'azione causato da un insieme di particelle meno (-) che cercano di essere più potenti di altre particelle definite più (+) e coesistono entrambi purché l'evento si verifichi. Senza lo zero non potrebbero essere definite particelle positive e negative. Una continua corsa verso lo zero, da uno e dall'altro verso. La ricchezza esiste ed è definita tale, perché esiste la povertà, tuttavia non esiste una povertà e una ricchezza assoluta e soprattutto fine a se stessi e se lo fossero, sarebbe illusorio! Lo zero governa.

 

0
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • clem ros il 08/05/2012 14:38
    mi spiace contraddirti, ma lo 0 non è assolutamente il nulla. Si dice... sei il numero 1, ma è falso. Lo 0 prcede il numero 1, è il primo dei numeri. E'la naturale divisione fra i numeri positivi e i numeri negativi, ha una importanza inimmaginabile nel campo della matematica. Essere 0 non significa valere niente, significa valere 0, valere più di tutti. Puoi immaginare il mondo senza il numero 0... io da buon matematico, non ci riuscirei mai. È un umero, oserei dire, perfetto. Non può essere negativo, e questo è un vantaggio. Dopo i numeri, gli fa aumentare il valore... ad avere una cifra con tanti zero... Sfatiamo questo mito, lo 0 è lo 0, non è il nulla.

8 commenti:

  • clem ros il 09/05/2012 14:25
    come disse l'inventore della carta igienica?
  • X Y il 09/05/2012 14:22
    una persona è un individuo, un individuo è indivisibile, una persona è indivisibile. Astrattamente è indivisibile poichè nel caso in cui lo fosse, perderebbe le proprietà per le quali possiamo definirla tale. Ma c'è un aspetto ch non abbiamo considerato: una teoria afferma che una persona è un insieme di batteri che si siano evoluti con un eccellente stadio di cooperazione e coordinazione che abbia generato la macchina piu imperfetta che esiste: l'uomo. Teoria non confutata ma non accettata, se fosse vera l'individuo sarebbe divisibile? Si! Passeremo dalla parte dei batteri in questo caso, che non hnno nulla rispetto a noi umani in meno, per il semplice fatto che popolano questa terra e hanno diritto alla vita! Ma allora si crea confusione... Come si spiega tutto cio ad una persona che non è documentata abbastanza? spiegando che lo zero non è il nulla e che un calvo è malato: il mondo andrà a rotoli.
  • clem ros il 09/05/2012 14:15
    ok, lo 0 èha una valenza eccezionale.
    Lo so che la gente associa in maniera inesatta, lo 0 al nulla.
    che possiamo allora noi poveri mortali a spiegarglielo?
    Mi pare di capire che stiamo dalla stessa parte.
    Viva lo 0?
    C'è una cosa che mi fa impazzire, il programa demenziale adiofonico di Lillo e Greg, sei-uno-zero. Lo hai mai sentito?
  • X Y il 09/05/2012 14:08
    allora forse il problema che non mi sono espresso bene. In alcuni casi ( e ripeto in alcuni) scientificamente la calvizia è ereditaria. Dunque un uomo la cui calvizia è il risultato di un mal/non funzionamento dei geni che codificano per il fenotipo "calvizia" lo si può definire caso patologico, quello che noi chiamiamo il malato. Al di la della gravità e dunque della misura di tale stato patologico lo si definisce malato, ma certamente un uomo calvo puo essere la persona piu sana di questo mondo... non so se rende il concetto.. perche entra in gioco la comunicazione a diversi livelli.. la maggior parte della gente assocerà sempre il nulla allo zero, e un matematico puo farci ben poco, cosi come la maggior parte della gente non assocerà la calvizia ad un un malato e un genetista può farci ben poco (sebbene continuo a ripetere che ho specificato che abbia un grande valore lo zero al contrario di quello che sostenevi ).
  • clem ros il 09/05/2012 10:31
    solo per precisare:
    Einstein dice che nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma.
    Il nulla non esiste.
  • clem ros il 09/05/2012 10:16
    Tu parti dal concetto che il nulla e lo zero siano quantità commensurabili, ciè posseggano un metro comune. Sbagliato. Lo zero rappresenta una quantità ma non rappresenta il nulla. Tu ti riferisci ad oggetti quali il pane, che hanno cmq un metro di misura. Se decido di comprare 0 kg di pane, all'atto pratico vuol dire che non ho intenzione di comprare, e quindi il concetto di non avere nulla in mano è sbagliato. In mano ho una quantità ben precisa, 0 kg di pane. Il fatto che tu dica... non ho nulla in mano, non è esatto. Anche se difficile da capire come concetto, il nulla non esiste, in quanto non è quantificabile. Zero è una quantità ben precisa. Il nulla è un concetto che in filosofia è stato molto discusso, e di questo concetto, Parmenide e Platone, hanno riempito pagine e pagine per cercare di spiegarlo. Immagina di entrare in una stanza vuota. Alla domanda "che cosa vedi?", secondo il tuo concetto, non dovrei vedere nulla. Invece, in primis vedo le pareti, poi vedo il soffitto, il pavimento e se potessi, l'aria. Però se ti chiedi quanti mobili vedo, la risposta logica sarebbe..."vedo zero mobili" non "nulla" Scusami ma ti rieto, da matematico ti dico che lo 0 è una quantità, il nulla no.
  • X Y il 08/05/2012 17:53
    credo tu sia dando un'interpretazione relativa al numero 0 se mi dici il valore che assume davanti i numeri... se tu valessi più di tutti, lascio a te indovinare a che numero corrisponderesti .. molto spesso non possiamo dare un interpretazione fine all'argomento in questione... se sei un matematico dunque sei un uomo di scienza e se sei un uomo di scienza dovresti applicarla alla realtà delle cose, lavoro per cui non dovresti mai attribuire a tutto dei valori assoluti, qualsiasi cosa tu stia analizzando (come stai facendo in questo caso), sarebbe uno stupro dell'interdisciplinarità che è un prerequisito di cui un uomo di scienza non dovrebbe mancare. E a maggior ragione nelle scienze matematiche, il mondo ha bisogno che i matematici siano mediatori! In interdisciplinarità possiamo aggiungere anche la questione psichica, la chimica dei pensieri che variano e sono suscettibili ad ogni influenza dall'ambiente. Faccio un esempio: secondo la tua interpretazione adesso vado dal fornaio e chiedo mi dia la quantità di pane che valga piu di tutti, dovrei uscire con un quantitativo di pane equivalente allo 0; come faccio a comunicare quanto pane ho? Dico che non ho pane---> nulla in mano. Quali fattori sono entrati in gioco? La scienza della comunicazione; nel tuo caso applicando la sola scienza matematica non vi sarebbe piu una componente logica della questione, non interdisciplinarità, non evoluzione. Dato che non hai colto il succo del discorso sono stato costretto a divagare su argomenti e concetti che pensavo fossero (oltre che noti) impressi nella mente di uno scienziato come te. Voglio inoltre puntualizzare che nel mio discorso era evidente che io abbia dato un grande valore allo zero (scrivendo "lo zero governa). Accetto critiche perché è con esse che cresciamo, quando sappiamo utilizzarle come strumento per imparare.
  • clem ros il 08/05/2012 14:41
    Se mi permetti aggiungerei che lo 0 non è assolutamente il nulla. Si dice... sei il numero 1, ma è falso. Lo 0 prcede il numero 1, è il primo dei numeri. E'la naturale divisione fra i numeri positivi e i numeri negativi, ha una importanza inimmaginabile nel campo della matematica. Essere 0 non significa valere niente, significa valere 0, valere più di tutti. Puoi immaginare il mondo senza il numero 0... io da buon matematico, non ci riuscirei mai. È un umero, oserei dire, perfetto. Non può essere negativo, e questo è un vantaggio. Dopo i numeri, gli fa aumentare il valore... ad avere una cifra con tanti zero... Sfatiamo questo mito, lo 0 è lo 0, non è il nulla. Grazie per la riflessione, giustizia è fatta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0