PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Contrasti e segreti

Per una dolorosa esperienza personale mi colpiscono molto i contrasti che nascondono sempre dei segreti. Anni fa sono stata in un posto di una bellezza quasi sconvolgente, un piccolo insieme di isole francesi lontane da qualunque altra località francese ed in mezzo all'atlantico del Nord. Si tratta Saint-Pierre e Miquelon che è una curiosa collettività d'oltremare della Francia. Consta di un gruppo di otto isolotti montuosi situati nell'Oceano Atlantico a sud di Terranova. L'isola più estesa è Miquelon, separata da Saint-Pierre (26 km²) dallo stretto di La Baie. Ebbene in questo posto meraviglioso per il blu del mare e il verde della campagna pare vi siano abitate persone spietate che dapprima si dedicavano ad una strana forma di pirateria, nel senso che essendo uno scoglio insidioso in mezzo all'oceano pare facessero volutamente affondare le navi di passaggio perché poi, salvando i malcapitati, potevano impadronirsi di tutto il prezioso carico e suppellettili e tesori della nave.
Sull'isola esiste ancora oggi una specie di museo che illustra tutti i numerosi naufragi quasi con orgoglio. Essendo poi un avamposto francese in mezzo a territorio canadese, gli abitanti si sono industriati durante il proibizionismo per fiorentissimi commerci di contrabbando di liquori. Ed oggi? Oggi sono tutti o quasi impiegati pubblici che il governo francese invita a rimanere per mezzo di uno stipendio statale e questo paradiso naturalistico è abitato da una strana popolazione di pigri mantenuti: l'unica scusante è il clima terribile che li tiene isolati per un lungo inverno, dove una nave non sempre riesce a raggiungerli tra i ghiacci nordici.
Le bellezze naturali si accompagnano spesso a queste forme di abbruttimento, esistono malghe alpine in posti meravigliosi dove però gli abitanti estivi pare non escano quasi mai dalle buie baite e la dura vita degli alpeggi li rendono scorbutici con gli escursionisti ai quali non sanno nemmeno descrivere i sentieri per le cime che non hanno nessun interesse per la loro esistenza estiva. Si suppone sempre che l'artigianato produca belle realizzazioni manuali, soprattutto in posti isolati. Invece ho visto orribili negozi di artigianato locale dove i manufatti di lana erano veramente commoventi nella loro bruttezza : guanti smisuratamente grandi oppure realizzati in lana terribilmente dura e trattata artigianalmente male, pertanto sempre lievemente puzzolenti.
Ci sono contrasti positivi. In una zona selvaggia della Tanzania una guida masai, straordinariamente affascinata ancora dalla bellezza del proprio ambiente, si è spesa per ore per mostrarci un gruppo di leoni provando forse maggiore gioia di noi nel ritrovarli ed ammirarli. Spesso ritrovo personaggi apparentemente passivi che poi vivono volutamente la natura che li circonda in modo totale e coinvolgente.
Il più angoscioso contrasto riguarda la mia famiglia. I miei genitori si sono sposati per amore e durante il periodo della guerra. Li ho sempre visti affiancati come in una cartolina ideale sostenendosi nella vecchiaia che avanzava, così come erano in accordo nelle questioni grandi e piccole della vita.
Che dire di loro, ricordo ora dolorosamente alcuni dettagli di mio padre nel letto di ospedale, le mani abbronzatissime senza nessun oggetto, né anelli né orologi, pronto all'intervento. Quel viso sofferente ma sereno perché il trovarsi vicino alla compagna di una vita lo rendeva tranquillo, quel darmi disposizioni lucidissime sull'organizzazione delle cose, abituato al comando. In quei momenti era ancora l'uomo energico che aveva sempre una soluzione per ogni problema ed era convinto che quello fosse un piccolo problema di cui si poteva liberare con puntuali ordini da eseguire a carico di altri.

123456

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 15/04/2012 15:29
    molto forte... ma vera... piena di sentimenti sensazioni a volte contrastanti... e tua madre... nonostante tutto una donnaa coraggiosa... insomma uno spaccato di vita scritto magistralmente...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0