PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bianco e nero

Voci, canzoni, ruote che saettano... carrelli... sconti e promozioni... regalano tutto! Aria di crisi.. eppure non si direbbe... fila alla cassa! Mi accomodo ultima sempre... di ogni fila... in paziente attesa cerco di ingannare il tempo... ma la gente non è cortese ringhia... abbaia... morde che i cani al confronto sono docili come agnellini e questo l'ho sempre pensato.
Cerco un sorriso... lancio una battuta, ma quello dietro sembra più interessato alla mia minigonna... adesso lo frego... la busta non la prendo! anzi ora che la moglie gli ha dato una gomitata... mi abbasso con piacere si vede quel che indosso... altrimenti non si vedrebbe...
Bene la cassiera è tartassata domande punti e scadenze sembra di essere all'ospedale chi preleva chi si fa togliere i punti.. oppure in banca guai! a toccarli... manco fosse il conto corrente. E già proprio quello che rimane sempre a secco, quello che ci vogliono dare ma poi ci ripensano quello... che ci fa sudare ma anche sperare... e infatti siamo tutti in fila... in attesa appunto di pagare! Un bambino sta facendo i capricci vorrebbe l'avancassa intero... cicche e pasticci... lo fanno apposta mannaggia a loro! E la mamma stessa storia... arriva l'uomo con la pistola e la cassiera ti mangia... è cattiva! Povera cassiera e lei che è ancora viva...
La vedo alzare pesi, rispondere con gentilezza... nella cassa dietro no... si sta ribellando ad un'ingiustizia non vogliono far passare avanti una mamma in attesa ed un signore che dice di essere disabile ma in apparenza non lo sembra... ma si sa l'apparenza inganna... poi i soliti padani che ce l'hanno con i marocchini loro sono bianchi e gli altri neri... embè!! neanche i bambini... loro almeno rimangono di un sole colore e tu diventi rosso sotto il sole grigio quando stai male e verde d'invidia... bianco come il marmo... wow... cambiamo discorso qui il razzismo non è tollerato...
un anziano una mela ed un panino... solo.. poverino
un mammifero di alta classe... ma con basso borsellino
giovanetti il tempo passa... datevi una mossa alla cassa!
ancora in fila indiana... qualcuno ti pesta i piedi, rotola la merce dal nastro il furbo se la prende con quello davanti quello dietro e infine lei... la cassiera... chissà che turno fa... adesso anche la domenica devono rinunciare a quella sospirata libertà...
Tessera socio? sorride fra i clienti... chi la vuole cotta e chi la vuole cruda... mah! qualcuno non vuole che parli un altro la vuole parlante... mamma mia...
E come sempre ho preso i surgelati che quando arriva il mio turno si sono belli e che squagliati...
il solito cliente che divide tutto per colore... quello che fa domande quello che per pagare ha mal di cuore
Finalemente grido TERRA!! ora la cassiera è vicina e da vicino è anche più carina...
Mi passa il conto tutto a un tratto tiro fuori dalla borsa il mio pazzo bancomatto... e oddio! fra tutto questo mio pensare e tanti drin drin drin... HO DIMENTICATO IL PIN!
La cassiera sogghigna fra i denti... furibondi tutti in fila i clienti... qualcuna lo farebbe anche tra i ponti... vista l'età della pensione sempre più in la come ha deciso Monti... altre ancora sotto i baffi... alcune amici miei sono proprio f.. oche!!
Morale della fiaba io vedo in bianco e nero... sarà che son cassiera e cliente anch'io... vivo in un limbo... si salvi chi può e chi non può preghi iddio!
l'altro giorno ho riconosciuto un infermiere... l'ho trattato in guanti bianchi.. ovviamente... dovere!
ZERO A ZERO... PALLA AL CENTRO!

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • karen tognini il 16/04/2012 14:00
    Troppo bello Laura.. e vero.. quando lavoravo anch'io come cassiera ne ho viste anch'io di tutti i colori... ci vuole la pazienza dei santi alcune volte... brava davvero...
    un abbraccio
  • Anonimo il 16/04/2012 13:00
    Adesso guarderò le cassiere con un occhio di riguardo. Le clienti con la minigonna con due. ***** Franco

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0