accedi   |   crea nuovo account

La principessa del bosco di Lavanda

C'era una volta in un casa fatta di ciottoli di pietra candida e luccicante una pincipessa dai capelli viola, fatti di tanti fili profumati di lavanda. Era nata dall'amore tra il Re della Valle dei fiori ed una Fata dei boschi e, da entrambi, aveva ereditato l'amore per la natura e gli animali.
La principessa, dall'animo gentile ed amichevole, amava scrivere poesie e storie. Timida ed introversa sedeva sempre sotto lo stesso antico albero di noci, su una coperta che le aveva cucito la mamma tanti anni prima e, quando avevo terminato un racconto, amava leggerlo a voce alta con il viso rivolto alle nuvole.

Il suono della sua voce sembrava la melodia di un magico violino e si spandeva leggera in tutto il Regno ed amata da chi la udiva. La principessa si era innamorata una sola volta, di un cavaliere che si era fermato sulle sponde del lago per riposarsi dopo un lungo viaggio. L'aveva fissata a lungo e lei era fuggita frettolosamente.

I suoi racconti da allora erano sempre molto malinconici e nascondevano una profonda tristezza: quella di un sogno che non si avverava. La principessa pensava che quel principe non l'avrebbe mai potuta amare, perche' il suoi capelli, fatti di petali profumati erano cosi'diversi da quelli delle dame e delle principesse del Regno.

Non sapeva, invece, che il principe si era innamorato di lei al primo sguardo e, quello che per lei rappresentava un limite, per lui era un dono speciale.

Vorrei scrivervi che i due si incontrarono di nuovo e che ne nacque un amore appassionato e duraturo, ma cio' non avvenne mai, perche' la principessa continuo' a scrivere suoi racconti malinconici ed il Principe trovo' un'altra Regina per il suo Regno. Il tempo passo' lentamente in una giostra di stagioni e di colori senza che la principessa trovasse mai il coraggio di parlare al principe.

Le nostre vite sono fatte di sorprese, a volte belle a volte spiacevoli, talvolta, pero', il mondo che costruiamo intorno a noi e' chiuso da mura invisibili, fatti di pensieri negativi e paure. Questo muro ci impedisce di fare nuove esperienze e di avere quello che desideriamo, nemico invisibile che spesso vediamo negli altri, ma abbiamo difficolta' a vedere intorno a noi.

 

4
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Roberto Pellegrini il 24/04/2012 21:58
    Molto interessante il finale, buono.

3 commenti:

  • Lilybets il 19/07/2013 07:20
    Grazie a tutti!
  • Denise il 15/09/2012 13:33
    è vero, ma spesso abbattere quel muro può risultare molto difficile, pochi sanno affrontare e superare le proprie paure
    Il racconto è davvero stupendo! Complimenti!!
  • stella luce il 20/04/2012 22:21
    bellissimo racconto... io adoro il mondo delle fiabe e delle fate soprattutto... la morale è forte... spesso ci poniamo dei limiti per paura e ci manca il coraggio di osare, impedendoci così di vivere occasioni importanti... accidenti a questi principi, finiscono sempre con altre principesse... uffa...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0