accedi   |   crea nuovo account

La Foresta delle Vagine rotanti (7)

Certe volte mi viene da piangere forse vi parrà strano ma ho paura a stare da sola quando sono donna e la stessa paura inficia il mio sistema nervoso e non poco anche quando sono uomo io credo che in noi esistano degli scompensi inalienabili che mai verranno colmati voi forse non ci crederete ma ci ho pensato alcune volte ci ho pensato davvero di fare l'amore con un uomo quando sono donna ma poi rifletto sul fatto che mi da davvero senso vedermelo di fronte ed allora mi rifugio di nuovo nelle certezze che possiedo solo grazie al cambiamento posso amare se donna una pari a me se uomo uno pari a me ma delle volte non possiamo decidere quando e come cambiare viene spontaneo e chi ti sta di fronte oppure di dietro forse non è in grado di accettare il tuo cambiamento
io penso che se fossimo le stesse persone di sempre finiremo per essere qualcun altro di veramente mai conosciuto.
So oggi d'essere filosofica in quanto donna nel preciso istante in cui scrivo ma anche come uomo mi sono posto al passaggio di certe vetrine ed anche se avevo trovato per terra tanti di quei soldi da comprare ogni vestito fosse stato messo in esposizione forse avrei voluto solo comprare degli smalti degli smalti per uomo casomai ce ne fossero ma non l'ho fatto non l'ho mai fatto e sono un po triste ecco perché scrivere mi serve in fondo un diario non ha mai ucciso nessuno a meno che non fosse di un serial killer. Prima passavo da qua ero solo in quanto uomo sapevo d'aver già espresso per oggi abbastanza idee ed avevo avuto quella storia con la ragazza fiorentina in quanto donna e poi le foto ed è stato emozionante mostrarmi a chi non mi ha visto mai a chi legge soltanto di me qui ma poi ho visto un internet pinot aperto ce ne sono diversi anche nei giorni di festa gestiti da extracomunitari tanto carini sono entrato come uomo intendo e mi sono messo a scrivere quello che vedete adesso forse per il bisogno ineluttabile di non sentirmi mai solo sfrattato da ogni esistenza mi abbia posseduto
voluto estraniato lontano da se perché io ho voluto fosse così credo che sto prendendo gusto in tutto questo perché mutare non mi fa male ne mi diversifica non credo d'averne bisogno. La mia vita è abbastanza simile ad un concentrato di follie che sanno d'esser tali solo guardandosi allo specchio di una loro fratellanza c'era uno che mi guardava mentre scrivevo era carino biondo un po narciso dato che si toccava insistentemente i capelli il problema è che avevo lo stomaco a pezzi sentivo il cambiamento vicino e quando mi succede preferirei fare come superman oppure l'uomo ragno
andare in bagno in un modo ed uscire in un altro tanto chi vuoi se ne ne accorga ma chi vuoi che se ne accorga l'uomo mi guardava ancora sarei stato effettivamente inspirato a conoscerlo ma non avrei potuto accettare la situazione di dover spiegare che ci sta accada l'organo che avrebbe potuto tenere in mano improvvisamente cessa d'esistere svanisce per trovarsi con il suo lato femminile di me che tanto le donne amano una volta rischiai di brutto e non voglio ancora pensare di prenderle da personaggi più massicci di me ne dare spiegazioni ne litigare non voglio litigare perciò ho deciso che per stasera non scriverò altro ma vi voglio lasciare una cosa che oggi ero indecisa
di postare non per vergogna credetemi faccio sesso con uomini dalla mattina alla sera se sono uomo e amore con donne in egual tempo e misura se sono donna perciò non è quello solo che non sono abituata oppure abituato a mostrarmi in questo modo sia che sia uomo sia che sia donna ma va bene lo stesso va bene lo stesso questo è il mio fondo schiena il mio sedere oppure culo chiamatelo come più vi aggrada ma è pur sempre una cosa che tutto hanno una fotografia rimasta inesplorata alla vista stamattina alla ragazza fiorentina piaceva e non poco ma voi non ditemi la vostra sarebbe inutile
e comunque mi verrebbe solo riferito dato che non so cosa succede dopo che ho postato
statemi bene e scusate ancora di questo momento di infelicità prematura e di confusione sarà l'inverno che se n'è andato; oppure qualche altra stagione che mai sarà nominata
e pertanto mai potrà cambiare in un altra il mio nome è Valentina Vittoria Vincanta ma chiamatemi semplicemente V per gli amici e per chi voglia apprezzare quello che realmente sono ciao.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • stella luce il 06/05/2012 10:07
    la tristezza prende tutti e non credo che l'avere paura di restare soli sia solo una prerogativa da donna o da uomo... tutti in fondo ne abbiamo paura, anche se credo che alle volte si sia soli anche in mezzo a mille persone... vado a leggere il seguito.. ciao allora V
  • Anonimo il 05/05/2012 22:06
    Non ho capito un granché, ma siccome non usi punteggiatura come Giuseppe Berto, la cosa mi ha icuriosito e ti ho letto, anche abbastanza volentieri. ***** Franco

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0