accedi   |   crea nuovo account

Il professore

Insegnare ai giovani d'oggi è sempre più difficile, sono svogliati, fannulloni e pensano solo al divertimento. Ai miei tempi non era così, si studiava sodo e se prendevi un brutto voto ti toccavano le botte! Mio padre è sempre stato molto severo con me, altro che serate in discoteca, e altro che psicologi che diagnosticano disturbi comportamentali allo studente per giustificare la poca voglia di impegnarsi!

Già li sento dal corridoio, basta un minuto di ritardo dell'insegnante ed ecco che schiamazzano peggio che in un pollaio. Al mio arrivo si zittiscono e si mettono tutti composti. I miei studenti mi odiano, ma al contempo mi temono perchè con me hanno solo da rigare diritto.
Poso la valigetta e guardo il registro per gli eventuali assenti. Alzo lo sguardo, nessuno posa i propri occhi su di me, sono tutti con lo sguardo basso rivolto ai libri. Adoro fare questo effetto a questi poco di buono.
Mi giro alla lavagna e prendo il gesso per cominciare a scrivere gli argomenti della lezione di oggi che dovrò far entrare nelle loro zucche.

- "Rimbambito!"

Mi giro si scatto. Chi si è permesso? Non ho riconosciuto la voce. Guardo le loro facce una ad una e sembrano tutti non capire questa mia reazione così fulminea. Di sicuro si sono organizzati per farmi uno scherzo. Riprendo a scrivere restando questa volta di lato rispetto la lavagna in modo tale da poterli vedere.

- "Pecorone!"

Ora è troppo!
"Chi è stato?!" urlo, ma ancora non ho riconosciuto la voce. Mi guardano attoniti e spaventati.

- "Deficiente!"

Stessa voce, ma questa volta veniva dal corridoio, vuoi vedere che sono talmente stressato da non capire più da dove viene un suono? Apro la porta ma nel corridoio non c'è nessuno, chiunque fosse è già scappato.

- "Sei un analfabeta"

Di nuovo? E questa volta in coro, dal cortile! Rientro in classe, corro alla finestra ma non vedo nessuno.

- "Sono qui idiota"

Da sotto la cattedra?! Nessuno!

123

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 07/05/2012 19:12
    RIMEMBRANDO... nel mio scolastico... condivido quando hai marcato con coerenza e schiettezza... nel Tuo mirabile racconto...
    Sono ragazzi e studenti di oggi...
    Forse in noi è già "preistoria"???
    BRAVA

2 commenti:

  • silvia leuzzi il 11/02/2013 21:37
    Uao che carino... finale a sorpresa. Scritto bene con una prosa semplice e divertente. ti faccio i miei complimenti amico, a rileggerti Ciao Silvia
  • Jeffry il 07/05/2012 21:52
    Grazie Rocco, sono una cosa... bravO e non bravA

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0