username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La Foresta delle Vagine rotanti (12)

Mi sono accorta -e non e' stato facile- che la mia situazione necessitasse un aiuto più sostanzioso e radicale- così mi sono decisa Se considerata donna
Deciso Se valutato uomo di prendere un appuntamento a pagamento (i soldi li ho trovati come logica per terra) da uno psicologo- Per delucidare alla persona in essere per caratteristiche e proprietà i termini reali delle cause di questa mia continua mutazione
ma soprattutto la ragione basilare di questa voglia infinita d'amore oppure sesso nel caso donna oppure viceversa uomo e quando sono entrato nel suo studio pieno di libri ed ammennicoli vari mi sono detto in quanto ero uomo in quel frangente spero non sia solo un lettore accanito di teorie - ma che vada tosto alla pratica perché io ne ho davvero bisogno di pratica e non stavo pensando al sesso dato che era anche molto carino
così mi sono seduto e dopo aver dato cortesemente i miei connotati
ho sorriso ed atteso -l'uomo lo psicologo insomma lui - ha cercato subito di rassicurarmi -visto il prezzo che prendeva mi pareva il minimo
così gli ho cominciato a spiegare la mia problematica che fin dai tempi dei tempi mi affiggeva- ho detto lui che per come mi vedeva adesso ero uomo
ma poteva capitare e non di rado anche improvvisamente ma quasi mai senza che io me lo aspettassi di mutare in donna- al che il dottore
lo psicologo insomma lui - mi ha riferito che è normale per la maggior parte di noi di sentirsi un po l'uno un po l'altro- e qui un po mi sono risentito (in quanto uomo) ed ho specificato che la mia mutazione non era mentale emotiva forse razionale non lo era solamente - ma subentrava anche un cambiamento fisico sostanziale in varie parti del corpo e radicale in una- lo psicologo il dottore insomma lui seguendo questa mia subitanea affermazione giustamente curioso mi ha chiesto quale parte di me mutasse così radicalmente da crearmi problemi -al che mi sono tirato giù i pantaloni e gli ho mostrato il pene- dicendo lui che capita spesso quasi sempre delle volte che mentre sono in un posto mentre mangio mentre faccio l'amore che poi diventa sesso
se muto il pene scompare nasce la vagina- anche se nascere è un modo intrinseco per dire apparire - gli ho detto inoltre - perché avevo notato una certa titubanza in lui -come per dire che ero fuori di testa- oppure un ermafrodita che non accetta uno dei due organi e lo nasconde alla mente e quasi al corpo -dicevo gli ho sottolineato inoltre
che quando la mutazione avviene- una se ne va- e l'altro arriva e viceversa manco fossimo ad una stazione ferroviaria con dei binari interscambiabili- lo psicologo il dottore insomma lui aveva ribadito il fatto che nel mio piccolo siparietto sessuale (anche molto gradito dalla mia parte) non aveva visto alcun che di strano solo un pene più o meno come tanti altri e nessuna vagina o chissà cos'altro a qual punto nella mia mente - mi era venuto di elaborare un concetto a priori possibile che alla prima
la gente non ascolta mai e dia giudizi preponderanti?
Mi sono di nuovo alzato dalla sedia in quanto secondo sua richiesta mi ero svogliatamente rivestito ed ho tirato di nuovo giù i pantaloni dicendo lui che è pur vero che ciò che stava vedendo adesso era un pene ma quel pene- che lui con i suoi occhi da psicologo vedeva all'atto della mutazione sarebbe scomparso svanito come evaporato ma senza vapore ed al suo posto avrebbe visto una vagina

123

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • annaritaq. il 09/05/2012 21:33
    Ma, insomma, se preferisci essere così, va tutto bene. Non si capisce perchè ti arrovelli e dove sono il piacere, le emozioni, i significati. Sembra quasi "sartriano". Strano per uno che, come te, sa esprimere l'intensità dei sentimenti in modo magistrale. È una provocazione?

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0