PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il giorno che aspettavo

il giorno che tutti sognamo sempre da piccoli e il giorno in cui ognuno di noi arriva alla maggiore età. In quel giorno tu ti senti emozionato felice, ma poi dopo tanto che lo hai aspettato quel giorno passa velocemente. Lascia in te qualcosa di strano. Non soddisfazione, ma invece come se qualcosa si fosse spento. Ecco in quel caso e la sensazione di insoddisfazione che avviene dentro di te perchè vorresti che quel giorno durasse per sempre. Invece come cenerentola ti rendi conto che è passato in un soffio. E da quà capisci come il tempo scorra veloce e che quindi non si deve sprecare neanche un secondo, perchè tra un po potresti pentirti anche di quel secondo perso. Perchè la vita nei momenti belli fa scorre più veloce, mentre nei momenti in cui soffriamo sembra proprio che il tempo non voglia passare.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • arianna di mauro il 15/05/2012 12:18
    brava jeggi è bellissimo quello che hai scritto, dritta al cuore
  • claudia checchi il 14/05/2012 14:08
    Un giorno tanto atteso, ma come anche tu scrivi passa in un attimo e ti rendi veramente conto che la vita vola in fretta, anche se ti sei appena affacciata alla finestra degli adulti... i miei Auguri fresca diciottenne... bene arrivata tra noi..
  • jessica il 09/05/2012 21:01
    scusate gli errori ma e la mia prima pubblicazione.. xd

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0