PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ragazze

MIRANDA

Si era innamorata di uno che non voleva saperne (forse gay) ma lei insisteva, insisteva. Ad una festa si fece venire una crisi isterica, si mise a piangere disperata, con le amiche a consolarla. E dire che mi piaceva il suo esibizionismo esagerato, la sua intelligenza brillante, il modo di camminare come i fenicotteri. Ma per amore la sua dignità stava a zero. Poi si sposò con uno che non amava.

VIVIANA

A trent'anni cercava un marito a tutti i costi e per questo pubblicizzava il suo essere benestante, il suo supermarket, l'appartamento di trecento metri, la macelleria. Ci provò con noi tre prima di far abboccare al suo amo un disperato che dopo la laurea non aveva i mezzi per andarsene a Milano. Lui altissimo e lei piccolina. Adesso sono sposati e hanno un bambino.

FANNY

Fidanzatissima, si era fatta stregare da uno strano tipo che aveva un potere: bastava uno sguardo e le donne cadevano stordite ai suoi piedi. Era sempre circondato da uno stuolo di ragazze che lo osannavano: ricordo i suoi occhi azzurri come vetro, freddi, distanti, cinici. Fanny fu la principale delle sue vittime, per poco il suo fidanzato storico non la lasciò.
Una sera che stavamo tutti insieme, le chiesi di andare via e lei mi seguì in giro a vagare per la città di notte. Compresi la sua sofferenza. Al rientro, lui e le sue streghe ci attendevano con occhi carichi di odio.

MARILENA

La mangiatrice di uomini. Era stata con un uomo sposato (a suo dire bellissimo) che a sua volta l'aveva tradita con un'altra donna. Erano volate botte da orbi e da parte di lei anche pedate sui genitali.
Di recente stava per sposarsi con un carabiniere di Firenze che non faceva altro che risponderle a monosillabi. Un giorno mi disse che le stavo sulle palle perchè dicevo sempre quel che pensavo.

 

5
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/05/2012 09:06
    ahahaha! ho riso dall'inizio alla fine! Bravo... davvero originale...

7 commenti:

  • tylith il 29/05/2012 15:12
    Infatti sono d'accordo con Vincenzo, tutte queste donne si sono accontentate, in fin dei conti nessuna di loro ha scelto il suo uomo veramente, può capitare per carità prossimamente però magari descrivi 4 profili di donne meno infelici...
  • Ugo Mastrogiovanni il 28/05/2012 14:38
    Aveva badato solo all'apparenza la bella Miranda, peccato, perché molto intelligente.
    Come donna aveva poco da offrire, perciò Viviana contava sul supermarket, l'appartamento di trecento metri e la macelleria, ma non a tutti gli uomini basta.
    Di donne che fanno come Fanny... ce ne sono tantissime, ma tutti lo sanno!
    Marilena non ama intrusioni, è una che sa il fatto suo e fa... quello che vuole.
    Quattro donne descritte con una sintesi fulminea magistrale; quel tanto che basta per far fantasticare su ognuna di loro. Bravissimo Vincenzo. Dovresti togliere una "le" del (mi disse che le le stavo sulle palle).
  • mariateresa morry il 28/05/2012 13:41
    Vincenzo, di sicuro se fosse una donna a scrivere i " ritratti" di altre donne sarebbe di certo più spietata... vi sono sfumature che gli uomini difficilmente colgono. Invece un esperimento inverso, donne che scrivono su uomini, sarebbe a mio parere micidiale! ( rido). Un commento a te : sei stato troppo buono!!
  • vincent corbo il 28/05/2012 13:35
    Grazie mille... in questo scritto ho voluto rappresentare quattro ragazze (donne) molto diverse tra loro ma legate da qualcosa in comune: sono donne che si sono accontentate di uomini-tappetino in quanto non amati... tutte loro, fondamentalmente, hanno perso una partita con l'amore.
  • Anonimo il 28/05/2012 13:15
    Molto piaciuto... la penso anch'io come Sabrina e Salvatore. E mi hai fatto venir voglia di fare anch'io una carrellata... ne avrei da dire. Ma ormai sei arrivato prima tu e l'oro spetta, insieme all'applauso, al primo arrivato. ciaociao
  • Anonimo il 28/05/2012 13:02
    Bella questa carrellata di tipi e di esperienze di vita. Mi piace Vincé!
  • Anonimo il 28/05/2012 09:18
    Fortissimo. Lo farò anche io

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0