PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Elementi di Net Art

( l'ambiguità di fondo e la doppia omologazione di Internet)

- per comprendere meglio questi appunti, cercare su Google l'opera "L. O. V. E." di Maurizio Cattelan, opera collocata di fronte all'edificio della Borsa di Milano -

Dopo otto anni di appassionata sperimentazione artistica in Internet, voglio lasciare in lettura alcuni appunti sulle mie esperienze e sul mondo della "Net Art", un movimento di "pratiche artistiche in rete", che dai primi anni novanta operano esclusivamente in Internet o in stretta relazione con la rete.

Il movimento della Net Art nasce dalla consapevolezza critica del fenomeno di Internet, visto nella sua ambiguità di fondo e nelle sue contraddizioni.
Com'è noto Internet è una rete di comunicazione digitale e orizzontale che avvolge il pianeta, caratterizzata da una velocità rivoluzionaria nell'acquisizione e trasmissione delle informazioni e dei dati e dal libero accesso di massa ai suoi snodi centrali (motori di ricerca, social forum, browser) che coordinano la trasmissione di dati e messaggi tra utenti.
Gli artisti della Net Art, che uno a uno vi presenterò nel corso dell'elaborazione degli appunti, passata la prima fase trionfalistica e di esaltazione delle "sorti magnifiche e progressive" della nuova era informatica, hanno cominciato a cercare di capire nel profondo il medium appena nato, e quello che hanno scoperto non è né splendido né progressivo.

Il primo fenomeno controverso di Internet, percepito dagli artisti della Net Art, è la sua capacità di creare conformismo.
È bene ricordare che sia Internet (Arpanet, il suo progenitore, era un programma usato dall'esercito americano) che i primi snodi organizzativi dei dati e dei messaggi fra utenti (google, facebook, sistemi operativi microsoft) sono stati creati e gestiti (nel caso di facebook in un secondo momento) da potenti lobby politico-economiche, con interessi in vari settori industriali, commerciali e dell'informazione, che agiscono con strutture aziendali su due livelli di omologazione dell'utente nel Web:
- Omologazione Macroeconomica:

Contribuire al mantenimento delle sperequazioni e delle ingiustizie finanziarie sociali che stanno interessando il globo in questo momento.
Sappiamo ormai tutti che sia la "crisi" che la menzogna del "rigore della Merkel", nascondono solo la politica di queste lobby multinazionali, tesa a smantellare il welfare e le conquiste sindacali dei paesi occidentali; fare in modo insomma che i poveri restino poveri e i ricchi diventino sempre più ricchi. I risultati di questa dittatura finanziaria, soft e colloidale, che non usa i manganelli e l'olio di ricino, ma la precarietà e la distruzione di posti di lavoro, li vedete ogni giorno intorno a voi.

12

l'autore Mauro Moscone ha riportato queste note sull'opera

Prima Puntata


0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 25/06/2012 00:35
    Mauro, anche questa tua osservazione va rispettata. Ma perchè in fondo mettere l'elemento politico? A livello internazionale l'opera d'arte realizzata con l'ausilio tecnologico produce meraviglie. Possibile ci troviamo sempre imbrigliati, e utilizziamo luoghi per esprimere il deprimente spettacolo di un falso anti-politico, in combutta con i politici, con la stessa tendenza alla deriva populistica, anche se d'élite? E ti parla uno che non andrà mai più a votare. Perchè, o appartieni a un movimento politico o non sei nessuno. Meglio la seconda e fare una politica quotidiana in pensieri, parole, azioni. Beppe Grillo è un uomo molto intelligente e sensibile, ma non venirmi a dire che è un vincente. Non esistono vincenti in politica. Come nella vita. Esistono innovatori, e lui sicuramente è un innovatore. Ma convince poco anche lui.

1 commenti:

  • Anonimo il 11/06/2012 13:26
    Non me ne intendo molto di technology, social networks, etc... Ma da quel che ho capito questa "Net. Art" è la principale fonte di sostenimento di tutte le multinazionali economico-politiche? Quindi, non è un vero e proprio movimento "artistico-culturale"? Una sorta di propaganda? Influenzando giovani e non utenti della rete? L'opera di Cattelan dove si colloca nel contesto?
    Ti riempio di domande perché parlar d'arte mi piace, ma non so quanto possiamo essere vicini al concetto di arte qui, sicché meglio informarsi dall'autore stesso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0