PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sara

Il mio cuore era corazzato, non mi ero mai confidata con nessuno, ho aperto l'armatura per te perchè mi fidavo, ma tu hai tradito la mia fiducia infilzandoci una lancia di dolore, facendomi vedere solo i tuoi pochi difetti o provare per te invidia o odio oppure fingendo per avere uno scopo nella vita? Per un anno non ti ho più vista, quindi ho ricreato un'armaturina, solo che sentivo che era debole, quindi mi sono messa solitaria, in disparte pur volendo stare al centro dell'attenzione, ero in mezzo a due necessità contrastanti, ma poi ti ho rivista ed è stato uno shock:mi ero dimenticata di quanto di odiavo, invidiavo o ammiravo e che la mia migliore amica ti preferisce. La ferita non si è ben chiusa, tu, l'hai riaperta infilzandoci una lancia e pian piano scavare nel mio cuore. Seppure tu mi abbia detto che hai litigato con le tue migliori amiche, continuo a sentirmi a disagio con te, a guardarti con occhi profondi per capire cosa hai nei tuoi pensieri, invano. Ora sto mettendo da parte questi sentimenti per avvicinarmi e ci sto riuscendo! Pian piano si riesce a far tutto, cercate di non odiare ma di amare, di stare in gruppo e di non provare risentimento.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0