accedi   |   crea nuovo account

Piccola Storia Sgrammaticata: la dama senza testa

Tratto dalla biografia incompiuta di Lial Feer "La mia vita senza testa: vivere, mangiare e starnutire senza testa."

Storia alquanto particolare, per certi versi singolare visto che è stato l'unico caso documentato, analizzato, dettato, ascoltato, commentato, strappato e infine premiato dopo questo episodio che ora vi raccontiamo: in una località marittima, la prefettura Coeih della regione del Grano, c'è una sontuosa villa a ridosso di alte scogliere, abitata da secoli da una una nobile famiglia, i Feer, che occupavano quel fazzoletto di terra da prima della grande colonizzazione dell'epoca Eoli, che risale a più di 500 anni fa. Negli ultimi 50 anni la città divenne famosa grazie al caso inspiegabile della nobil donna Lial Feer, per aver perso misteriosamente la testa, una notte d'inverno. Questi sono i fatti raccolti dai giornalisti che raccontano l'episodio:

Era una di quelle gelide notti nella prefettura di Coeih. Non si verificava una gelata del genere da anni. Nulla di eccezionale, tranne per quella strana telefonata fatta dalla domestica di casa Feer al medico del villaggio:

Medico della prefettura: [...] il fatto che più affascina noi medici è come sia possibile per un essere umano riuscire a compiere tutte le funzioni, i gesti che compie una persona comune, dopo avere perso la testa. Sappiamo che la testa, il cervello, è la macchina che ci consente di compiere tutti i gesti quotidiani che facciamo; dal muoversi a sorridere, pensare, arrabbiarsi eccetera. Questo episodio mi fece venir in mente una leggenda che sento fin da quando son bambino: si racconta che dopo la rivoluzione popolare [...] furono decapitati molti nobili, causa il loro sfruttamento del popolo per arricchirsi alle loro spalle e spendere i soldi per i loro insensati capricci aristocratici. I corpi, comprese le teste, dei defunti nobili furono poi gettati dalla scogliera più alta del villaggio, tra le fauci del mare, che sembrasse affamato quel giorno da quanto era agitato. La stessa notte alcuni abitanti del villaggio raccontarono di aver visto un corpo senza testa vagare per il villaggio e urlare "Vendetta, vendetta per i nobili, morte alla plebagliaaa brattleaas adasd pff pfffaasratlaa" e poi frasi sconnesse. Le sere successive tutte le vie del villaggio furono perlustrate e sorvegliate ma del corpo senza testa non c'era traccia. Quindi, come la ragazza, anche questo presunto corpo ambulante presentava la stessa condizione; parlava, urlava, senza avere la testa [...] Abbiamo invitato la donna, la qui presente Lial, a fare dei test per verificare se tutte le funzioni dell'organismo rispondevano agli stimoli esterni, come dolore, piacere, riflessi vari. Ha superato tutti i test, come se la testa, il cervello in particolar modo, non fosse mai stata recisa dal collo. Anche la voce, la parte più sorprendente di questo evento soprannaturale, non è scomparsa affatto, anche se in alcuni momenti della giornata sembra svanire o affievolirsi.

La biografia "La mia vita senza testa: vivere, mangiare e starnutire senza testa" dice:

123

l'autore luca fiore ha riportato queste note sull'opera

Storia con disegni allegati qui

http://lunsu. tumblr. com/post/30648158188/piccolastoriasgrammaticataparte2-ladamasenzatesta


0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Donato Delfin8 il 02/09/2012 22:01
    beh Luca puoi cmq modificare l'opera come hai fatto e mettere le info al giusto posto. c'è un ta con scritto "note". inoltre potresti fare un bel video dei disegni e aggiungerlo al racconto, segui le info per aggiungere i vedeo le trovi nel menù "supporto"
  • luca fiore il 02/09/2012 20:41
    grazie comunque visto che non potevo mettere le immagini, questa storia e le altre che ho fatto son adattate con dei disegni che ho fatto. se volete potete vederli qua
    http://lunsu. tumblr. com/post/30648158188/piccolastoriasgrammaticataparte2-ladamasenzatesta
  • Anonimo il 02/09/2012 20:33
    Letta tutta d'un fiato! Ma che bravo
  • luca fiore il 02/09/2012 20:15
    quando ho inviato il testo nelle note avevo messo tutto, non so dove sono andate a finire (scusatemi se faccio un poco di confusione ma sono nuovo pure il link con i disegni annessi)
  • Donato Delfin8 il 02/09/2012 19:01
    ma le note non sono inventate

    lì rendono meglio il senso
  • luca fiore il 02/09/2012 18:29
    @Donato Delfin8 il titolo "La mia vita senza testa: vivere, mangiare e starnutire senza testa." è inventato come il resto del racconto, non è preso da un libro o serie di racconti
  • Donato Delfin8 il 02/09/2012 18:00
    Tratto dalla biografia incompiuta di Lial Feer "La mia vita senza testa: vivere, mangiare e starnutire senza testa."

    sono info che vanno nelle note dell'opera
  • loretta margherita citarei il 01/09/2012 20:09
    molto apprezzato complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0