username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il ricco e il povero

Un giorno un uomo molto ricco e potente disse ad un povero:
"Perché sei felice?"
Rispose:
" Perché sono un uomo libero", poi aggiunse:
"La libertà nasce dal cuore, il potere e la ricchezza dalla paura".
Detto ciò sorrise e se ne andò.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Anonimo il 10/09/2012 10:05
    felicità... povero... ricco... sono questi i concetti da chiarire. Perchè la cosa abbia senso da un punto di vista filosofico andrebbe trattata a fondo( e PR non è il luogo) e da un punto di vista della narrazione, favola o racconto fantastico che sia, almeno ampliata, rendendo più corposi i dialoghi e le circostanze. Buttata lì così ha il sapore degli aforisma d'altri tempi, alla Bacio Perugina. ciaociao.
  • vincent corbo il 10/09/2012 06:45
    Essere poveri e felici presuppone un cammino interiore molto particolare che non tutti riescono a fare, purtroppo viviamo nella società del materialismo e del consumismo. Io personalmente provo un senso di profondo disagio quando leggo di donne che per una borsetta spendono tremila euro o di gente che per una stanza d'albergo ne spende cinquemila a notte.
  • Ellebi il 10/09/2012 01:13
    Sono molto scettico sul fatto, che sembra assodato, che i poveri siano felici e più liberi.
    Personalmente non conosco poveri felici, quelli che conosco io sono molto scontenti di essere poveri e si danno un sacco da fare per esserlo meno. Conosco più di qualche ricco molto sodisfatto della sua ricchezza. Certo bisogna mettersi d'accordo su cosa sia la povertà e la ricchezza e anche la libertà. Comunque la tua riflessione è da considerare. Cordiali saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0