PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Velocità

Il vento scombina i capelli che si arrendono inermi alla sua violenza mentre gli occhi, sgranati e lucidi di emozione, non reggendo al forte impatto con l’aria iniziano a lacrimare. Un brivido sottile ma pungente scorre nelle vene e lungo la schiena quando ad un tratto affronti una curva quasi sfiorando l’asfalto. E’in quel momento che il cuore ti batte a mille, ti dimentichi quasi di respirare mentre un formicolio di paura inizia a diramarsi sotto i tuoi piedi come una scossa elettrica. Credi di essere invincibile, ma non è un pensiero, è una certezza: sei tu a dominare la strada. La tua vita è ormai alle spalle, non la percepisci più e ogni istante è sempre più rubato alla morte perché vuoi rischiare ancora, vuoi sentire ancora, vuoi vivere ancora. Anche fino a morire.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Marco Vincenti il 15/11/2007 01:26
    Un immagine veloce sfrecciante molto ben descritta... solo nel finale quella morte rende tutto più tetro. In fondo è vero la vita nn si mette in pericolo per un emozione effimera cm dice mdl! Ma bello lo scritto cmq
  • MD L. il 21/02/2007 21:50
    Come opera letteraria l'apprezzo perchè descrive bene delle emozioni. Come critica sociale dico che non sono d'accordo: perchè rischiare la vita per effimere sensazioni?
  • luigi deluca il 19/02/2007 22:06
    Quando, qualche secolo fa, ero ragazzo, correvo in moto in modo molto simile a come lo descrivi tu, È TUTTO ERA ESATTAMENTE COSI', brava, grazie d'avermi acceso un lieto ricordo.
    gigi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0