PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La sposa

Da qualche anno ne parlava. Avrebbe desiderato realizzare il sogno.
Si sentiva pronta era già al trucco e successivamente sarebbe passata ad indossare il suo vestito bianco che aveva sempre desiderato. Le gambe tremavano, il suo viso non ancora truccato era già rosso per l'agitazione e il cuore batteva fortissimo al punto di sentirselo in gola. L'ora per realizzare il sogno era fissata alle 11:00 ma lei già molto tempo prima si stava preparando. Per lei era tardi. L'appuntamento si faceva sempre più vicino e lui era già all'interno della chiesa che cercava di nascondere l'emozione e le lacrime. Eccola arrivare accompagnata da suo padre. Quel giorno era più bella e nel suo vestito bianco sembrava un angelo. Lentamente entrava a passo leggero e lento con la musica che riempiva la chiesa già gremita di gente. Pochi passi ancora, e già si trovava vicino a lui. La cerimonia iniziava subito fino al momento di pronunciare il SI che avrebbe realizzato il sogno. Era il momento per lui di pronunciare quella piccola parola e subito arrivava il momento per lei. Ecco ora si sentiva realizzata, era diventata sposa e da quel giorno giurò di esserlo per sempre.

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Marcello Piquè il 30/08/2013 20:39
    che dire? resta un po' di curiosità per il dopo
  • Ellebi il 16/10/2012 00:32
    Felice la sposa, felici tutti. Il giorno del matrimonio è particolarmente il giorno della sposa. Apprezzato il breve brano, saluti.