username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Destino o volontà

Da piccoli si è soliti vagheggiare sulla età
più matura sublimando sogni e loro realizzazioni.

Nel mio caso ha sempre primeggiato
il mio ruolo di figlia.
Io in rapporto alla mia famiglia,
il mio riferimento ancora oggi,
nel mio vivere di ogni giorno.

Non mi sono mai immaginata ricoprire
il ruolo di mamma e compagna,
un ruolo tradizionale e convenzionale
perché dentro di me si è da sempre celata
la consapevolezza
che quello che era naturale per gli altri
non lo sarebbe stato per me.

Il tempo, finora, ha dato ragione a quella
mia lungimirante consapevolezza o io
seguendo questa ho ostacolato il mio
destino?

Quella sensazione adolescenziale
sul mio futuro piuttosto solitario
si è poi confermata nei fatti e questo
mi fa pensare che è celato in noi
il nostro avvenire.

Resta solo da capire quanta parte
nella costruzione della nostra vita
sia da noi veramente voluta e quanta
sia anche inconsapevolmente subita.

Una volta compreso questo rimane
più agevole il percorso, in quanto
una consapevolezza accettata e molto
meglio di una verità negata.

Io ho deciso, scelgo la prima strada,
sarà più sofferta ma è quella più vera e
sentita.

 

2
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 12/11/2012 10:43
    Un testo introspettivo molto significativo e profondo. Belle descrizioni, accompagnate da metafore, pensieri, emozioni e riflessioni esistenziali, davvero interessanti, completano il valore della pubblicazione. Buon inizio di settimana, sensibile collega di poesia.
  • Grazia Denaro il 26/10/2012 21:57
    La strada da scegliere dev'essere quella per la quale ci sentiamo più portati o ci sentiamo di perseguire, quella strada che ci fa stare bene con noi stessi, poi nella vita mai dire mai, ad un certo punto scatta quel certo nonsoché che ci fa cambiare direzione di rotta... vuol dire che è arrivato il momento in cui ci sentiamo maturi ad affrontarla.

5 commenti:

  • Anonimo il 29/10/2012 07:49
    poesia introspettiva molto profonda e sentita mi son in parte ritrovata nei tuoi versi molto bella brava
  • Paola Vigilante il 28/10/2012 21:31
    Grazie a tutti per i profondi e graditi commenti, un salutone
  • Giuseppe Guidolin il 26/10/2012 16:53
    Credo che fondamentalmente ognuno sia artefice del proprio destino.. qualsiasi condizione o mutamento intervenga nella nostra vita può accrescere e migliorare la nostra consapevolezza e capacità di comprensione degli eventi, purchè si scelga di restare fedeli al proprio intimo sentire e sincero desiderio.. una riflessione-confessione incisiva, profondamente apprezzata e condivisa, grazie Paola
  • Giacomo Scimonelli il 25/10/2012 20:03
    è giusto scegliere la strada che si ritiene più vera e sentita.. condivido i tuoi intensi versi...
  • Anonimo il 25/10/2012 13:46
    Sì, nulla è più importante per ognuno di noi dell'esser consapevoli di ciò che veramente siamo e VOGLIAMO ESSERE.
    Altrimenti siamo solo... fantasmi dell'inesistente.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0