accedi   |   crea nuovo account

La forza della vita

Era qualche anno che non lo incontravamo. Si, un nostro amico di famiglia un ragazzo di quaranta anni circa coetaneo dei nostri figli scout come loro. Abbiamo seguito da lontano per ovvii motivi la sua assenza perchè trapiantato di midollo osseo, donatole da una delle due sorelle. Ha dovuto subire naturalmente diverse terapie e si notava che il suo fisico era abbastanza provato e fiaccato dalle intense cure. Ci siamo rivisti come dicevo dopo un lunghissimo periodo di tempo, provando da ambo le parti una indescrivibile emozione. Ci siamo dati un lungo e intenso abbraccio e stringendoci reciprocamente mi sono lasciato tradire da una certa commozione, mentre lui al contrario mi rincuorava e rivolgendomi a lui gli faccio questa banalissima domanda :Ma chi ti da tanta forza? E lui senza parole con gli indici delle dita rivolti al cielo mi ha fatto capire tutto. Anchio ho rivolto gli occhi al cielo e ho pregato per lui. Io, misero uomo pur credente al cospetto di quella fede in DIO mi sono sentito una nullità.

 

4
9 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 29/10/2012 11:24
    La saggezza è una virtù di pochi, e con questa tua la dimostri.
  • Rocco Michele LETTINI il 29/10/2012 04:35
    SCUSAMI IO CHE LASCIO RECENSIONI NON POTEVO NEGARTELA... CIAO... SERENA SETTIMANA... CIAO

9 commenti:

  • Anonimo il 12/12/2012 16:46
    l'ho riletto volentieri... sempre bello... un abbraccio
  • Ugo Mastrogiovanni il 10/11/2012 15:28
    Quando si fa di questi 'incontri si ravvivano spirito e cuore, intelletto e quel senso di umanità che la vita di oggi ci fa perdere. Direi che non solamente voi avete provato "da ambo le parti una indescrivibile emozione", ma anche noi che ti abbiamo letto.
  • mauri huis il 09/11/2012 16:57
    Toccante. Io però non credo molto nel merito celeste, altrimenti ci sarebbe anche la colpa per quelli che non ce la fanno. Ma il tuo racconto è sicuramente emozionante. Complimenti.
  • Anonimo il 02/11/2012 16:37
    Ma Salvo... che l'hai pubblicato di notte che m'è sfuggito?

    Un racconto emozionante e coinvolgente. Come credente mi ha commosso e mi ci ritrovo nella tua esperienza.
    Bravo Salvo!
  • Anonimo il 02/11/2012 16:21
    Bellissimo racconto d'una esperienza reale. In effetti, ci facciamo spesso tante "pippe" al cervello sull'esistenza di Dio e poi, chi veramente l'ha provato sulla propria carne, non ha bisogno di dimostrazioni per credere.
    Un insegnamento che ci dovrebbe far riflettere anche sulle nostre esperienze di tutti i giorni e su un fatto molto importante che tu stesso hai posto in risalto: La persona che soffre o che ha sofferto è quasi sempre colui che incoraggia l'altro che forse della sofferenza ha soltanto paura.
    Grande amico mio!
  • Grazia Denaro il 29/10/2012 07:40
    Un racconto bello e profondo, scritto egregiamente ci fa capire come la fede possa fare dei miracoli, storie così commuovono dal profondo dell'anima, apprezzata!
  • loretta margherita citarei il 29/10/2012 05:01
    molto apprezzato complimenti
  • Rocco Michele LETTINI il 29/10/2012 04:25
    Più che un racconto lo sottolineo come un saggio che ci porta a meditare su quanto la quotidianità ci offre e poi "solo" il credere ne l'UOMO DEL CIELO ci fa capire che LUI è l'arbitro e il farmaco salvifico dei nostri mali... HO ANNUSATO UNA GEMMA DI VITA... IL MIO ELOGIO SALVO...
  • Anonimo il 28/10/2012 19:54
    questo racconto ben scritto ci porta a riflettere... la fede fa miracoli... spesso in molti ci sentiamo nullità davanti a tali avvenimenti... bello e profondo porta a riflessione... bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0