PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

MRS. SKAKO

Dolce il ricordo del nostro primo incontro:
tu una palla di pelo arrotolata e con la coda ti sei soperto gli occhietti furbi.
Timido.
Mi hai fatto tanta tenerezza.
ti portai a casa, ti trovai subito una sistemazione:
col passare del tempo sei diventato il principe!
Tu semplicemente un furetto, il mio bimbo...
sei stao trattato su un piatto d'oro.
Le prime notti in bianco...
Le nostre prime passeggiate per il centro...
Le giornate al parco...
Le serate nelle piazze...
Il vederti dormire su un'amacana...
Il bagnetto, profumavi di latte di mandorla...
Il vederti gustare un pezzetino di mela...
I tuoi leccherini...
Il tuo farti coccolare...
Ricordo ancora quando ti sei "ubriacato",
leccando una goccia da una bottiglia di birra...
Hai dormito per quasi un giorno intero.
Quando giocavamo a nascondino...
Quando volevi entrare a tutti i costi nella mia cameretta:
solo a te consentita fin dal primo minuto!
Tu, così anarchico, ma di una dolcezza impressionante!
Venni tra le mie braccia il 14 aprile 2002
Avevi appena 6 mesi di vita
Ero già innamorata di te!
Fu proprio un colpo di fulmine!
All'inizio dì, un po' difficile la convivenza:
era tutto nuovo per me e sicuramente anche per te!
Ma ce l'abbiamo fatta!
Il 29 novembre era/è la data del tuo compleanno:
si festeggiava con torta e regalini!
Non ti consideravo come un animale eri il mio bimbo!
D'estate quando io partivo per il mare, quanto avrei voluto portarti con me, ma ogni volta era già una incognita per me,
non potevo permettere che ti succedesse qualcosa!
Mia Sorella o mia Mamma, Zia e Nonna (ovviamente)
si prendevano cura di te!
La gioia al rientro nel rivederti e scambiarci coccole e bacetti!
Il legame di un amore si interruppe:
mi lasciai con il mio fidanzato colui che ti portò a me come
simbolo del nostro amore datato 25 aprile 2001!
Il mondo crollò...
La cosa peggiore è che lui mi ricattò con un baratto:
ti lasciava a me in cambio di un giaccone di pelle!
Che persona mai può essere così tatno crudele?
I primi tempi ebbi il terrore che lui ti portasse via da me!
Tu un furetto, il mio furetto ma la tua sensibilità capiva il mio dolore/terrore, lo percepivo da come mi guardavi!

12

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Antonio Pani il 26/09/2007 10:26
    Scritto intenso e commovente. Traspare la forza del sentimento e del dolore vissuti. Ti auguro di ritrovare presto tanti "sorrisi di cuore". A rileggersi, ciao.
  • Ivan Benassi il 04/08/2007 13:33
    Leggo il tuo racconto mentre accarezzo Rino (il mio bastardino) e ogni riga mi dice quanto sono fortunato, non so se la storia é vera, ma il racconto (scritto benissimo) aiuta ad amare ancora di più gli animali, che non hanno bisogno di leggere per amare noi.
  • sonny sastri il 10/05/2007 18:41
    cara jina, sai non riesco a contenere le lacrime. si io... proprio io che fino ad un anno fa alla sola vista di un amico peloso rabbrividivo. oggi e' il più tenero essere che anima la ns. casa e... queste tue parole mi hanno emozionato. grazie... so cosa devo fare... godermelo
  • Riccardo Brumana il 27/04/2007 17:32
    cara Jina sei una persona fantastica, cerca di non cambiare mai e continua ad amare con tutto il cuore, il mondo ha bisogno di persone come te, come il deserto ha bisogno dell'acqua...
  • luigi deluca il 28/02/2007 21:46
    La cosa più triste, nell'avere amici pelosi è che difficilmente ci sopravvivono, e perdere una creatura così indifesa (a me è capitato, nel corso degli anni, con gatti, cavie, uccellini, tartaruga ed ora tremo e temo il prossimo addio!) è un dolore ogni volta più grande! Accetta, se puoi, il mio cordoglio sentito.
    gigi
    ( e comunque sappi che nelle verdi valli del cielo stanno lì e ci aspettano per correrci di nuovo in braccio!)

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0