username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Poteva sembrare strano

"Poteva sembrare strano che lei lo amasse ma, come si sa, le vie del Signore sono infinite e le sue incrociarono quelle di lui ma fu solo quando trovò traffico che capì d'essere entrata come tangenziale nell'ora di punta.
Da giorni lei lo seguiva con gli occhi e col cuore che derapavano a ogni svolta, che sorpassavano sulle corsie d'emergenza nonostante la consapevolezza che sarebbe potuta incorrere in imperdonabili e salate infrazioni.
Lui, da parte sua, apriva nuovi svincoli, aumentava corsie, si scioglieva in confluenze che avrebbero dovuto farlo correre meglio in direzione di lei.
Le loro direttrici erano sempre le stesse, forse solo gli orari erano da rivedere ma anche a questo stavano già pensando da tempo.
Poteva sembrare strano che lui la amasse ma, come si sa, l'amore è cieco ma lui era un buon oftalmologo quando il cuore sapeva aprire retine e cornee in un rapporto che non sarebbe mai nato per caso."

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0