accedi   |   crea nuovo account

Sei per Sette

C'era una volta un tizio che sapeva contare solo fino a sei. Un giorno mentre camminava per strada incontrò una civetta che gli disse "Amico la strada è lunga"
"Non per me" rispose lui, e continuò a camminare.
Ma a metà del suo percorso il sole cominciava a sciogliersi e la luce a diventare monotona, e così, in preda ad un'emozione fuligginosa il nostro eroe decise di accamparsi in un giardino di un bel giallo limone.
Fu allora che si ricordò delle parole della civetta, e il suo cuore ormai bucolico tornò a pulsare, dopo tanti anni di inattività. "Che significa bucolico?" si interrogò il nostro eroe "sicuramente la civetta avrebbe saputo rispondermi..." Ma il buon volatile era ormai a sette passi da lui e la speranza di un mondo migliore svanì nella nebbia del mattino.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Auro Lezzi il 08/02/2013 07:46
    Mi piace... Ma la vedo solo come un inizio... Mi piacerebbe leggere il seguito...

1 commenti:

  • stella luce il 19/05/2013 16:10
    la mancanza di sapere e di conoscere di più, accontentarsi del sei senza mirare al sette perdendo così nuove possibilità... un breve racconto ma denso di insegnamento

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0