PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Sguardo al futuro

Innumerevoli volte renderò le abbaglianti luci della notte luce del giorno. Polvere saranno le paure più scure, quelle che hanno il sapore più amaro. Quello ad esempio delle attese irrisolte. Distante starò da chi non sa comprendere che non si è tutti uguali. Che la perfezione è semplice utopia per le menti poco elastiche. Pane del mio vivere rimarrà l'insicurezza. Una parte di me indelebilmente presente. Ne farò la mia forza. Come la neve ricopre i viali così sarò pronta a nascondermi dalle parole che feriscono. Farò scudo contro il male la mia voglia di vivere. E ancora e ancora mi perderò nei pensieri. Le parole su carta mi faranno compagnia e saranno la spinta per provare a volermi bene. Almeno un po'. Ogni giorno di più.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • TIZIANA GAY il 18/10/2016 20:11
    bella se l'hai scritta per te stessa che ti sia da sprone svuotare delle paure e rendere libere le parole!
  • Anonimo il 09/02/2013 20:29
    e vedra cara giulia che ci riuscirai molto bello,,, la perfezione non esiste bisogna tirar fuori ciò che di meglio abbiamo dentro... brava e sono contenta di averti riletto dopo tanto tempo ciao giulietta un bacio