PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L’alpinista.

Uff… pufff che fatica!
La cima è distante e la scalata dura ormai da tempo.
Il sole cuoce la mia testa bruna.
Ed un chiarore diffuso riverbera uniforme.

Sono partito ore fa, desiderando ardentemente riuscire in quest’impresa.
Ed ora una distesa bianca e spietata separa me dalla cima.
Un deserto a salire che luccica uniforme, accecandomi. Un incubo pallido come candeggina.
Una montagna spuntata dal nulla, la più grande che chiunque ricordi aver mai visto, troneggia misteriosa.
Non invitata, è comparsa innanzi, per chiamarci a sé, posata lì da una mano divina.

Nessuno ha osato la sfida! Solo io, figlio di re, sono partito in gran segreto nel buio.
La vedevo di notte, brillare alla luna, che sfracellava la sua falce sulla spietata superficie impenetrabile.
Ed ora i miei piedi la pestano. L’umore dolciastro mi ubriaca e mi nausea.

So però che un colpo di vento potrebbe portarmi via o farmi precipitare.
Solo posso pregare la fortuna, ma se arriverò alla cima passerò alla storia: nessuna formica hai mai scalato una montagna di zucchero alta due metri.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 14/02/2011 13:49


    Suz
  • Rocco Burtone il 08/07/2009 15:24
    Grande. Spero tu faccia o abbia già fatto un libro per bambini, anche se i tuoi racconti sono per tutti
  • Wester Auxano il 22/08/2008 22:49
    La montagna è la metafora della vita... una buona dose di rischio può inaspettatamente condurre in vetta... Salve, figlio di re...
  • Riccardo Re il 05/08/2008 01:34
    Bene, stasera ho cancellato tutti i racconti / poesie ecc..
    Questo non lo riesco a cancellare: pazienza.
  • Isaia Kwick il 19/08/2007 10:23
    Formidabile, hem che dico formigabile.
  • Gianfranco Squintu il 26/03/2007 14:10
    Quasi un racconto per bambini, delizioso.
    Voto 7.
  • Riccardo Re il 08/03/2007 00:52
    Cara Giugliana. Grazie degli incoraggiamenti! Se è poesia è inconsapevole. L'unica cosa che ci ho messo è la passione e il divertimento a scrivere. ciaooooo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0