accedi   |   crea nuovo account

Per le mie prime mille pagine

Leviterò in un oasi di pace e di vera felicità, un paradiso in armonia con l'eterea anima, pennellata da una perenne "ora dorata", un luogo recondito in una zona ortiva. Dove la libertà di pensiero e di osservare si svegliano al crepuscolo, prima che il fulgido Sole cominci a stropicciarsi le sue lingue di fuoco, rinfocolando l'aerea atmosfera, resa invisibile da una sfinge notte! Dove l'olfatto si bea di un profumo ormai ignorato in una metropoli! Ora una nuova idea sento issarsi nella mia mente, e una mano lambire l'anima, elucubrando una meditazione, che con impeto spalanca le porte dell'ingegno. L'ingegno riemerso proprio in quel luogo, proprio lassù... dove l'uragano strizza l'occhio all'universo!

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 06/03/2013 17:21
    bravo fabius... piacevolissima lettura, in dovizia di particolari...
  • gio porta il 06/03/2013 16:17
    Un esplosione di ottimismo che fa bene ai sensi. Mi piace.
  • augusta il 06/03/2013 14:04
    brava molto bella... il mio plauso...
  • Ugo Mastrogiovanni il 06/03/2013 11:49
    Un nuovo Eden; bene organizzato e ottimamente descritto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0