accedi   |   crea nuovo account

Perche GAY?

Rifletendo sul perche ci sono persone GAY, l'unica mia risposta non e quella di dire che sono giusti o sbagliati, ma che ogni GAY ha la sua storia comune. Per me Gay vuol dire trovare un equilibrio psicologico e fisico con se stessi, se questo fatto non susiste, il Gay e solo una persona malata da curare. In un mondo libero come il nostro la liberta personale non esiste, perche e chiusa nei nostri vincoli mentali impostici dalla nascita, questo e buono e quello no, ma chi lo ha deciso? Nel mondo non dovrebbero esistere cosi tante leggi per il viver quotidiano (in altri settori come economia, arte, scienza, si), basterebbe usare il buon senso, scrivere poche leggi per la comunita, come non rubare, non uccidere, non autolesionarti, ecc... Ma questo non e possibile ancora nel nostro tempo, forse in un futuro quando la religione cessera di esistere e verra sostituita da buon senso comune... ma qualcosa mi dice che ci sono troppi interessi in gioco perche questo accada.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Anonimo il 06/11/2011 21:50
    Il parere di un GAY su essere GAY...




    Essere gay...


    Gli psicologi, gli psichiatri, gli psicoanalisti, gli studiosi e ricercatori che hanno un vero interesse nella questione del rapporto mente-corpo-cervello, sostengano che essere gay non è una scelta, un'abitudine, ma un modo di essere. C'è anche chi sostiene che si possa diventare omosessuali, ma sono teorie poco credibili ed indimostrabili. Spesso, per paura, ci si nasconde dietro una finta eterosessualità per non dover affrontare tutte le difficoltà legate all'universo gay che diviene, sempre più spesso, un mondo a parte e ghettizzato;


    Secondo me, che sono gay e che soprattutto vivo, respiro, penso, agisco, reagisco, mi difendo, parlo e faccio sentire la mia voce, scrivo e propago le mie idee come tale, essere gay è molto più di tutto questo, cioè ci sono cose molto più importanti che vanno al di là dell'aspetto mente-corpo-cervello che solo un "autentico" gay conosce e riesce a sentirle tutte o quasi... Ci sono sentimenti molto più grandi di noi e quando non li possiamo gestire ci sentiamo ancora più piccoli del solito ed anche un po' più deboli ed indifesi dalla società ipocrita e perbenista, portavoce di quei valori assoluti che in realtà non ha mai rispettato.


    E per finire (almeno per ora) vorrei che tutti (sia gli omosessuali che gli eterosessuali) sapessero che...


    Essere gay non ti fa diventare promiscuo o moralmente inferiore, ed essere promiscuo o moralmente inferiore non ti fa diventare gay;

    Essere gay non ti fa diventare un travestito o un transessuale, ed essere travestito o transessuale non ti fa diventare gay;

    Essere gay non ti forza a dare spiegazione approfondite sul tuo modo di vivere la vita, di rapportarti agli altri e di vedere il mondo;

    Infine, essere gay non ti chiede di essere perfetto, ma ti incoraggia a fare del tuo meglio nelle condizioni e con le energie che avrai disponibili per quello che ti serve e che ruota intorno alla tua vita.


    ~Jean-Paul Malfatti


    Fonte: http://ragaboy. blogspot. com/2008/09/il-parere-di-un-gay-su-essere-gay. html
  • Anonimo il 25/08/2011 18:16
    Le persone gay non scelgono di essere gay, lo sono e basta. Accettare di essere gay vuol dire dare il benvenuto alla verità intorno alla propria natura biologica ed emotiva, e questo deve avvenire. Deve accadere, solo così possiamo esprimerci nella nostra totalità di persone. Ciò deve verificarsi, nonostante le inibizioni che ci imponiamo perchè la società con i suoi modelli, i suoi miti più o meno fasulli, le credenze religiose, la cultura locale ha fatto presa sul nostro inconscio in maniera radicale. In ballo c'è la felicità. Quando accetti la tua omosessualità, ti senti forte, fiero, senti di poter spostare le montagne. Ma la chiusura e la paura di ciò che non si capisce o che si sa per sentito dire sono ostacoli duri, purtroppo, e ci mettono davanti a tutta la nostra fallibilità di uomini, limitati e egoisti. Il maschio etero non si interessa alle cause dei gay, perchè i gay sono la minoranza ed è il modello del macho donnaiolo ad essere predominate nella bigotta cultura italiana. E mi fermo qui. Ciaoo!
  • Luigi Lucantoni il 01/06/2007 22:46
    La libertà è un concetto astratto poichè dipende dallo stato mentale di un individuo.
    Il senso di mancanza di libertà dipende dal fatto che siamo consapevoli del fatto che il mondo è terribilmente complesso e che i singoli possono fare ben poco per cambiare ciò che li circonda. In realtà la complessità della natura non è mai aumentata, la sensazione di aumento del caos sta nel fatto che siamo maggiormente consapevoli di quanto ci circonda.
  • michele tuveri il 15/04/2007 14:17
    rispetto quello che dici secondo me gay e'semplicemente una persona nata in un corpo che non gli appartiene hai ragione la liberta' personale non esiste
    siamo dipendenti da una miriade di cose non neccessarie alla vita bravo
  • ian romanto il 09/03/2007 01:06
    E incredibile, viene letta da cosi tante persone, ma nessuno ha il coraggio di lasciar un commento, lo so i tempi non sono ancora maturi, ma guardatevi attorno e riflettete un po.
  • Anonimo il 04/03/2007 10:53
    Purtroppo e' cosi', il mondo non ti guarda per quello che sei, non si affaccia sul tuo cuore, non ne ascolta i battiti, quello che osserva e' solo la semplice e banale superficie.. dove vai, chi frequenti, come ti vesti...
    Il cuore ha ben poca importanza, anche se non dovrebbe essere cosi'.. ed io continuo a credere nella sua forza, nel suo amore...

    KX