PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La Fata e L'aquila

In una giornata di autunno fredda e piovosa , mentre l'aquila stava volando in mezzo ad una valle che non aveva mai visto, andò a sbattere contro una montagna, e si ritrovò in mezzo al bosco con un ala spezzata, ma soprattutto non si ricordava chi era e cosa fosse. Ormai stanca e provata dal freddo perse conoscenza, si ritrovò aprendo gli occhi una Donna che le disse : Io sono una Fata, la custode di questi luoghi, non ti preoccupare resterai qui il tempo necessario per guarire dalla tua ferita. Allora L'aquila rispose : si ma Io non so volare, come faccio? , F. si che sai volare, ma se vuoi ti aiuterò Io. ... e così passo l'inverno freddo e pieno di neve, ma l'aquila nel frattempo si ritrovò tra le cure della sua custode, e piano piano cominciò a guarire dal dolore a dalla sua ala spezzata. Quando arrivò la Primavera la sua Fata le insegnò giorno dopo giorno a sbattere le ali, ad aprirle e finalmente a fare i primi voli, e l'aquila tutto ad un tratto si ricordò chi era, cosa fosse, e da dove veniva. Con L'estate alle porte ormai l'aquila era guarita e poteva andare da qualsiasi parte ella volesse : Allora la Fata gli disse: Da oggi non mi vedrai più , perché rispose L'Aquila, perché non ti trasformi anche tu in un Aquila, F. perché non hai più bisogno di me, e poi io sono la custode di questo posto, non posso cambiare la mia natura , A. ma Io non posso stare senza di Te, F. Non ti preoccupare anche se non mi vedrai sarò con te per "Sempre" . Allora L'aquila prima di andarsene le disse : Grazie di avermi insegnato a volare, avevo dimenticato tutto, senza di te non c'è l'avrei fatta. Si alzò in volo e se ne andò , ma con la promessa che tutte le volte che avesse voluto sentirla vicina, sarebbe passato per quel bosco per farsi vedere e per condividere anche un istante con Lei.

 

2
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • augusta il 28/06/2013 12:54
    una buona e facile lettura... 1 beso
  • Anonimo il 28/06/2013 06:37
    Mi associo a Silvia. Una storia carina davvero... Lieta di conoscerti!!
  • silvia leuzzi il 27/06/2013 21:42
    Carinissima. complimenti. Se posso permettermi guarda che c'è rimasto qualche refuso e a volte non ci sono le virgolette a segnalare il discorso diretto... cose che capitano e perdonami

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0