PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Favola di natale

Babbo Natale non vive in Lapponia, ha un monolocale in provincia di Roma.
Babbo Natale non scende dai tetti e non porta regali, colpa dei ripetuti pranzi e cene al Mc Donald's, purtroppo non entra più nei camini.
Babbo Natale del duemila dodici non è ne di origine eschimese ne Lappone è italiano e come tutti i suoi connazionali dice crisi, ha un televisore al plasma da settanta pollici e guarda Barbara D'Urso il pomeriggio.
Babbo Natale esce poco durante la settimana, preferisce spendere i soldi nel weekend e sfondarsi di gin, vodka e rhum nei locali dove ci sono i metallari.
Babbo Natale adora anche i locali di scambisti.
Quelli dove ci sono le mamme non natale che si fanno sbattere da decine di ragazzi poco più che maggiorenni arrapati.
Soprattutto sotto natale.
Quando è il compleanno di Babbo Natale e tutte le mamme non natale sono contente che lui sia li in mezzo ai ragazzi.
Non capita tutti i giorni di farsi Babbo Natale in persona.
Eppure tutti credono che Babbo Natale in realtà non sia il vero Babbo Natale ma uno che si traveste da Babbo Natale.
L'altra settimana al centro commerciale Babbo Natale passeggiava dentro ad un grande negozio di elettronica, voleva comprare un televisore più grande, un ottantadue pollici, possibilmente al led e magari 3D.
Un babbo Natale che non era Babbo Natale ma era vestito da Babbo Natale ha visto il vero Babbo Natale e pensando che non fosse Babbo Natale gli ha urlato di andarsene che quello era il suo territorio.
Babbo Natale voleva solo comprare un televisore per vedere Barbara D'Urso in 3D ma questo al finto Babbo Natale non interessava voleva solo continuare a scattare foto con i bambini a venti euro.
Il vero Babbo Natale poi aveva la barba bianca vera e la pancia mentre il Babbo Natale vestito da Babbo Natale ma che non era Babbo Natale la barba l'aveva finta ed era senza pancia.
Tutti i bambini volevano andare dal vero Babbo Natale e ignoravano il Babbo Natale finto.
"vattene via è l'ultimo avvertimento" gli urlò il Babbo Natale senza pancia e con la barba finta.
Ma Babbo Natale non capì nemmeno questa volta.
Da dietro delle auto parcheggiate uscirono due tizi che non erano vestiti ne da Babbo Natale ne da folletti presero il vero Babbo Natale e lo portarono in un angolo, mentre lo riempivano di calci e pugni il vero Babbo Natale pensava che se invece di essere Babbo Natale fosse stato Superman o l'uomo ragno probabilmente si sarebbe potuto difendere.
Ma nessuno avrebbe creduto comunque che lui fosse il vero Superman.
E nemmeno l'uomo ragno.
Babbo Natale rimase li all'angolo per un'ora con il vestito da Babbo Natale strappato e la barba insanguinata.
Il finto Babbo Natale che tutti i bambini ora credevano essere il vero Babbo Natale si facevano le foto felici facendo sborsare alle mamme venti euro per una foto

12

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Valerio il 02/07/2013 17:19
    grazie Suzanne
  • Anonimo il 02/07/2013 13:59
    Grande, molto divertente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0