username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La strana malattia dell'impiegato Quadrettini

Vedo camminando per strada, sul marciapiede, piegato, uno strano cartone, dal colore
tra il rosa, il nero, il bianco, a pois blue. Ma è plastica, cartone in plastica? Non riesco a capire. E con un sentimento misto tra senso civico per liberare il marciapiede, curiosità e inquietudine mi avvicino allo strano osgetto, per portarlo al cassonetto,
o della plastica, o del cartone. Ma cos'é?
Provo ad alzarlo e sento una voce: "Mi fa male così, che maniere sono? Per cortesia
mi può aiutare. Con un balzo al'indietro dal coso che non riesco a capire se la voce
ed è probabile, provenga da li, contemporaneamente rifletto sulla sensazione tat-
tile che ho provato nel toccarlo mentre tentavo con estrema fatica, avrà un peso minimo di settanta kili! Di prenderlo su, ma non ci riesco e come un pazzo, impaurito, preso come un colpo al cuore grido: "Chi ha parlato, chi ha parlato!!!!?"
"Ssst, per favore mi scusi, sono un funzionario della banca qui vicina, soffro di una rara malattia, l'imbroglite accartocciante molto diffusa per chi lavora nell'alta e altissima finanza, mi aiuti a sbrogliarmi: per favore mi prenda dal lato che vede più scuro, con attenzione e delicatezza, la prego, sono i capelli".


Sono allibito, è come vivere un incubo ma percepisco il malessere del "coso" così per veder se almeno mi sveglio da questa sorta di incubo stringo e tiro lentamente il lembo come di una capigliatura spiaccicata su indicazione della voce. Imbroglite? La malattia degli imbroglioni?! Mi ritrovo con un ciuffo di capelli neri pieni di gelatina, schifo!
"Ahi!! Piano, le avevo detto piano... basta così"
Mi appare davanti una sorta di testa e un collo ancora sotto pressione e finalmente
riconosco la surreale figura che mi appare davanti: un uomo spiaccicato ma vivo!
"Ecco, ora, gentilmente mi tiri il collo, ma delicatamente, non come fossi... una gallina"
"Lo riconosco è il Signor Quadrettini, ho un finanziamento aperto con la sua banca
"BANCO TRUFFOBARUFFO SPA", così prima di passare all'azione...
"Signor Quadrettini... si ricorda di me?
"Mha, mi ha riconosciuto? Sa in filiale abbiamo tanti clienti, lei è passato dai nostri
uffici?
"No, oltre che passato, al primo estratto conto che mi avete mandato, per gli interessi
applicati mi è preso un coccolone mi hanno messo un pace-maker al cuore! Oltre che passato stò per trapassate se non cambiate i termini...

12

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 10/07/2013 08:07
    PASSO DI QUOTIDIANITA' METAFORICAMENTE COSTRUTTO... SCORREVOLE LETTURA...

1 commenti:

  • Anonimo il 10/07/2013 13:09
    sei proprio bravo raf... troppo forte il virus esclusi gli onesti... bacioni

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0