username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Amami come sono - parte 1 -

Esistono tante ragioni per cui alcune persone scelgono la notte come parte della giornata in cui vivere. Qualcuno dice che sono dei vampiri mancati, degli animali notturni, dei sonnambuli, ma queste persone non vedono perchè dovrebbero definirsi. Essi sono, in qualche modo, figli del manto stellato...
Ed è proprio di una di queste figlie del manto stellato che voglio parlarvi.
Si chiama Serena, ed è serena nonostante tutto. Tutta la sua vita è stata un continuo seguitare di eventi poco piacevoli, dalla morte dei genitori in un incidente stradale, alla fine di quello che lei considerava il grande amore, al lavoro che non riesce a trovare o, quantomeno, non riesce a tenere per lungo tempo... Lei, però, vive davvero serena! È come se tutte quelle difficoltà, piuttosto che farla crollare, l'avessero fortificata. Ha sempre un sorriso splendido stampato sul volto, ha una buona parola per tutti, una carezza per ogni animale che incontra per strada, una battuta pronta per sollevare il morale alla gente... Vive come se il peso della vita per lei non esistesse. È un contenitore di felicità, pronto ad aprirsi in qualunque momento.
Serena, per certi versi invidiata da chi la vede sorridere, adorata dagli amici che in lei trovano un grande conforto, ha soltanto 25 anni, ma tutti vissuti pienamente.
Da quando i suoi sono morti, vive da sola in un appartamento che lei definisce troppo grande per chi non ha nessuno da mettervi dentro... Una casa di 4 stanze, le cui finestre si affacciano sul mare. Quella è la cosa che ama di più di quella casa: il panorama. Dice che le basta allungare una mano per poter acchiappare le onde del mare. Io l'ho vista fare il gesto spesso, con l'aria di chi è davvero convinta di poterci riuscire.
Serena ha dentro di sè un mondo tutto suo. Pensa che l'amore possa vincere contro qualsiasi cosa, anche contro quelle situazioni che per molti potrebbero sembrare impossibili. Nonostante la sua storia più importante sia finita, crede che un giorno si innamorerà di nuovo, e sarà ancora più coinvolgente di prima, ancora più emozionante, ancora più vero.
Intanto, gli amici non le fanno certo mancare l'affetto! Carlo e Giò, i suoi migliori amici, passano parecchie ore insieme a lei. "Insieme siamo tre donne invincibili", dicono sempre. Carlo e Giò sono gay, se non si è ancora capito.
Serena sta perfettamente a suo agio in mezzo ai gay. Lei, di contro, si sente un gay mancato. In qualche modo, pensa di essere come loro, spensierata, priva di ogni pregiudizio... E, fondamentalmente, lo è.
La notte, soprattutto... la notte lei si trasforma! È come se riuscisse a raccogliere tutta l'energia delle stelle e la facesse confluire su di sè. La notte lei è ancora più viva, ancora più felice, ancora più carica di forze. Insieme ai suoi migliori amici sente che nulla al mondo la potrà mai piegare!
Ogni notte, mentre tutte le luci della città si spengono, loro tre insieme, quasi per magia, si accendono!

 

1
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 30/08/2013 12:01
    accidenti... un testo ricco, molto intenso, dal "bel taglio", e che mi ha fatto quasi piangere... bravissima... e... presentami la tu amica Serena assolutamente!!! La adoro già troppo!
  • Anonimo il 26/08/2013 15:33
    Bello questo brano, ben scritto (tranne una frase che non mi piace... dirò poi), accattivante la storia e narrata con la scioltezza di chi sa usare la penna anche se telematica.
    Una che vive con la finestra sul mare non è sola, credimi... io ne so qualcosa... per quanto riguarda l'amore dì pure a Serena di leggersi il racconto di Colosio Giacomo: Innamorarsi ogni giorno... a proposito di mare.
    bene, attendo con ansia il seguito... interessante quiesta Serena.
    P. S. la frase è... ma queste persone non vedono perchè dovrebbero in qualche modo definirsi.
    Ecco, il lettore ha un attimo di dubbio perché prima parlavi di... Qualcuno dice che sono dei vampiri mancati, degli animali notturni, dei sonnambuli,... e si crea cofusione. Gli scrittori, pur di essere chiari, accettano anche una ripetizione rafforzativa piuttosto di lasciare il dubbio... quindi io al posto di queste persone avrei messo. ma questi figli della notte o altro che faccia capire... ma è una mia fissa, non stare poi ad ascolatrmi troppo. Un saluto

6 commenti:

  • Moni Flà il 19/09/2013 15:31
    Al momento non riesco a continuare. Prima possibile vi assicuro che aggiungerò altri pezzi alla vita di Serena
  • stella luce il 27/08/2013 15:46
    delicato racconto, piacevole la lettura e mi porta al desiderio di leggere cosa ancora avrà da raccontarci Moni di Serena... bellissima l'immaginie della finestra sul mare e... trovo il finale così strano, nel senso che in genere la notte porta alla tristezza mentre Serena pare essere sè stessa proprio di notte... leggerò il seguito
  • Tobias Wallace il 26/08/2013 17:01
    Non saprei. Se dicessi che è brutto direi una bugia, se dicessi che mi piace direi una bugia. Una cosa so con certezza: ho trovato le prime 7 righe noiose. Alla seconda parte.
  • augusta il 26/08/2013 11:04
    ben ritornata... attendo la 2 3 4 parte.. ecc.. nulla da dire.. il testo è semplice... godibile... e mi piace un casino... e un complimento davvero di una bravissima... autrice... quale sei 1 beso
  • Caterina Russotti il 26/08/2013 10:59
    Bello questo racconto Moni flà... Sono ansiosa di leggere la seconda parte.
  • Vincenzo Capitanucci il 26/08/2013 10:37
    Lei è un contenitore di Felicità... la Sua Serenità.. malgrado le difficoltà fluttua fra il mare e le stelle...

    molto bello... Moni flà... e la notte si accende...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0