username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Muri

Era un po' che ci pensavo... fare un viaggio, respirare altro per ritemprarmi.
Sono andata ad Arcachon, Nord della Francia; è un bacino di mare interno che comunica con l'oceano Atlantico. Non solo verde, azzurro, flora la più variopinta, spiagge candide accecanti al sole, ma anche vere e proprie dune ne fanno un paesaggio mozzafiato.
Sono andata nell'ile aux oiseaux, dove ogni giorno c'è un'alternarsi di alta e bassa marea tanto da scoprire le fondamenta di "palafitte" moderne ma prive di energia elettrica, abitazioni dei coltivatori di ostriche.
Avevo l'acqua che mi arrivava solo alle caviglie e la possibilità di camminare nel mare, godermi tutta quella luce e quelle sensazioni da sogno.
Ho potuto scambiare qualche frase nel mio stentato francese con qualche ostricoltore.
Un lavoro il loro che è nato con il mare: ostriche da gustare e da cui trarre perle preziose ma qualcuno di loro mi ha detto anche che pian piano tutto è destinato a scomparire, per i muri di cemento costruiti ad "arginare" opere dell'uomo.
Il mare imprigionato si vendicherà.
Io non ho forza per abbattere certi muri ma i miei muri di fragilità si e mi sono allora ricordata... di essere andata via dal mare di parole di PR che invece è libero ma soprattutto di aver lasciato sulla riva una stella lucente e tante conchiglie splendenti, raccolte lungo questo breve tratto della mia vita.
Ultimamente è in burrasca PR ma ripeto, è libero e se qualcuno abusa di questa libertà è poca cosa in confronto a ciò che di emozionante regala.
I cloni?! Quasi quasi li ritengo geniali quando riescono perfino a cambiare registro al loro solito modo di scrivere: doppia, tripla personalità, perché no se per loro è meglio di sedute psicoterapeutiche o addirittura mero divertimento?!
Mi ripeterò ogni tanto che sono solo parole e che basta evitare scogli, schivare freccette varie ma ne varrà sempre la pena purché PR continui ad esserci con la sua LIBERTà dello scrivere e del commentare.

 

l'autore Chira ha riportato queste note sull'opera

Ho fantasticato sulla poesia di Vincenzo Capitanucci... chiedo scusa per non avergli chiesto il permesso.


1
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 14/09/2013 12:31
    Della Rete in genere, e quindi anche di PeR si può vivere o morire, come sempre nella vira...<Dipende da noi>, dalla nostra personale gestione. Altra cosa però è lo spazio che venga sottratto, o la cui funzione venga alterata: le nostre scelte vengono mutate dagli altri.
  • Anonimo il 11/09/2013 06:27
    Chira, un marinaio come me sa che alla burrasca si deve resistere e portare la barca in porto, oppure a ridosso di una parte d'isola coperta dai marosi... niente è peggiore che mollare il timone... ammainare le vele, sì, in attesa che passi la burrasca, ma il governo della nave deve essere vigile... per quanto riguarda i Cloni non c'è nessun problema se l'uso che se ne fa è a fin di bene... io per esempio sto facendo un lavoro che come Colosio Giacomo mi schiferebbe e se dovessi rientrare nella logica di Colosio autore questa barca l'avrei già mollata, sbagliando. Se invece i cloni vengono chissà da dove ed entrano qui per sbotare... beh, allora la cosa è grave. Anche oggi c'è un'opera assai polemica... quasi quasi mi vien voglia di dirlo, all'autore... vediamo un po gli sviluppi... un saluto.
  • Rocco Michele LETTINI il 11/09/2013 00:21
    TU, IO, STELLA, TANTI... SIAMO PER LA CONTINUITA' DEL SITO CHE DIA SEMPRE E NUOVE EMOZIONI E CHE NON SIA ABBATTUTO DA ONDE ASSASSINE... GRADITO È IL TUO RITORNO, NON CERTO IL TUO BREVE ALLONTANAMENTO... DIAMO UNA MANO FATTIVA CHIRA CHE TUTTO SI AGGIUSTERA'... E MURI NON TROVEREMO LUNGO IL NOSTRO CAMMINO...
  • stella luce il 10/09/2013 23:10
    Condivido la tua riflessione... PR è un mare di parole fatto di perle ma anche di alghe... di pesci buoni e di veri squali... ma credo che non sia mai giusto andare via da un luogo in cui si stia bene, poi certo si soffre, si costruiscono muri, vrre e proprie palizzate per non stare troppo male... ma si resta.
    Sono felice tu sia tornata... il resto lo sai!!!!

3 commenti:

  • Chira il 14/09/2013 12:54
    Vera cara, capisco la tua metafora e posso anche essere stata ferita qui e involontariamente o meno aver ferito anch'io, ma la vita vera è fuori di qui, solo in quella potrò morire. Siamo in tantissimi, immagina un po' quante storie personali portiamo con noi... Un caro saluto.
  • Nunzio Campanelli il 12/09/2013 10:02
    Ciao Chira, ti rileggo con piacere. La tua penna non passa inosservata e la tua mancanza sarebbe un grave danno per questo sito. Chi si diverte a distruggere esulta per ogni vittima procurata. Togliamogli il lavoro. Ci sono i cloni? Liberiamo questo sito dagli OGM.
  • LIAN99 il 11/09/2013 01:29
    Mi è molto piaciuto questo tuo intervento, soprattutto riguardo all'importanza della "libertà" che caratterizza PR e che va sicuramente apprezzata e salvaguardata, con i suoi "pro" ed i suoi "contro".

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0