accedi   |   crea nuovo account

Il diciotto natalizio

L'esame di francese all'università è stato il mio peggiore esame.
La dimestichezza con le lingue, già dimostratasi negativa alle medie ed alle superiori, si è era confermata all'università.

Il professore, dopo che avevo letto un testo, ha preso il libro e, dopo averlo riletto lui mi disse:
"Ah era questo che hai letto!" Non avendo capito niente del mio francese maccheronico.
Il dialogo che ne seguì fu questo:
"Si rende conto vero che la sua preparazione non è sufficiente?"
non potei che annuire!
"Purtroppo il mio livello di francese" - gli dissi - " è questo e non sono in grado di migliorarlo. Dovrei perfezionarlo, ma più che frequentare il corso non so che fare. Onestamente potrei solo approfondire maggiormente i contenuti del testo, ma per la lingua il mio livello è questo."
" Va bene" mi disse "visto che siamo prossimi al Natale le propongo un 18, una specie di voto politico ed un regalo per le feste."
"Grazie lo accetto volentieri."- Gli dissi.

E fu il mio 18 natalizio.

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • stella luce il 20/09/2013 21:05
    non ho dimestichezza con l'università e immagino che 18 non sia un gran voto,,, forse 6 giusto???... divertente il tuo racconto e non sai quanto ti capisco, in materie di lingue straniere sono stata sempre una frana... bello leggerti e grazie per avere letto il mio racconto ne sono stata felice... ciaooo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0