PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un incontro meraviglioso

Era il 14 Agosto 2013 quando Piedino e suo fratello Piedone partirono per la Sardegna.
Alle 22. 50 dovevano salpare con Moby, ma lei era in ritardo e così quando alle ore 01. 00
finalmente riuscirono a partire, cercarono un posto dove passare la notte e riposarsi.
Il mattino seguente, vennero svegliati da un "brusio" che arrivava dritto dritto dall'amica Pancia, la quale, aveva ricevuto ordini dalla signora Mente, che era arrivato il momento di far colazione.
A quegli ordini, Piedino e Piedone, con l'aiuto dei gemelli Occhi e della signora Mente, si misero in cerca di un bar.
Fecero colazione assieme alla signora Bocca che all'improvviso si mise ad urlare:
"terra... terra!"
"Dove... dove, non vediamo niente!", dissero Piedino e Piedone.
"Lo so, nemmeno io, me l'ha detto la signora Mente, la quale è stata avvisata a sua volta dai nostri amici Occhi", rispose Bocca.
Davanti a loro... Tavolara, che si presentava imponente quasi a voler fare un inchino di benvenuto a chi per la prima volta la vedeva con occhi meravigliati.
Una volta sbarcati e dopo aver salutato Moby per il piacevole viaggio, Piedino e Piedone si incamminarono alla scoperta della Sardegna per lasciare un'impronta di passaggio in una terra a loro ancora sconosciuta.
Passarono 15 giorni meravigliosi, e con l'aiuto di Gommone, e dei loro amici Occhi e Mente scoprirono l'incanto del mare e delle isole della Sardegna, un paese ricco di natura e calore.
Anche Bocca fu deliziata da quel soggiorno, gustandosi ogni prelibatezza che quella meravigliosa terra le offriva.
Ma il giorno più bello fu quando, Piedino e Piedone incontrarono i Cavalieri d'Italia.
Quel giorno, sbarcati da Gommone, mentre tornavano al villaggio di Capo Coda Cavallo, incontrarono 5-6 uccelletti bianchi che se ne stavano dritti su di una lunga e minuscola zampetta rossa, immobili a godersi l'acqua dello stagno ed il calore del sole.
"Fermati, non lo vedi che sono stanco... zoppico. Sono giorni che ti dico di andar piano! Invece tu no, cerchi sempre di correre ed io faccio fatica a starti dietro!", borbottò Piedone a suo fratello Piedino.
Piedino allora rallenta e ad un tratto, si ferma.
"Perché ti sei fermato?"
"ho ricevuto un messaggio da Mente che Occhi han notato qualcosa di bello."
"che succede?"
"Sssss... zitto, ora i nostri amici c'è lo diranno!"
Immediamente, i gemelli Occhi osservarono con attenzione quel che si stava compiendo e trasferivano ogni immagine alla signora Mente che cominciò a descrivere il tutto...

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 19/09/2013 18:47
    Mi accoro al coro e ti faccio i miei più vivi complimeti.
  • Giulia Gabbia il 18/09/2013 18:36
    un ottimo racconto e ricco nelle sue sfumature.. piacevole da leggere..
  • Glauco Ballantini il 18/09/2013 10:52
    Viaggio solitario e di gruppo. Auguri a piedone, di pronta guarigione...
  • Rocco Michele LETTINI il 18/09/2013 10:10
    Una simpatica diligente sequela fiabesca... IL MIO ELOGIO CATERINA...

12 commenti:

  • Antonio Pani il 14/01/2014 11:10
    Un racconto delicato, simpatico e "vero".
    Felice di saperti soddisfatta da un viaggio che ti ha donato tanto; è una terra che conosco molto bene "la mia Sardegna".
    Capo Coda Cavallo poi è semplicemente speciale.
    Grazie per la tua attenzione e i tuoi commenti. A rileggersi, ciao.
  • Caterina Russotti il 09/11/2013 14:06
    Piedone era stato operato e per 45 gg doveva tenersi un ferretto a mo di spiedino dentro...
  • luigi granito il 09/11/2013 13:35
    Ma che aveva fatto piedone per essere tale?
    La sardegna ha stupito anche me.
    Ciao Caterina.
    Un saluto fantasioso Gi.
  • Anonimo il 19/10/2013 15:41
    un colore di fantasia, bello
  • Marcello Piquè il 10/10/2013 16:50
    grande fantasia e. . . . perchè non continuare? brava
  • Angelo Pozzi il 04/10/2013 21:13
    Complimenti anche da parte mia. Ho ricordato i fenicotteri rosa che vidi a Oristano, ma i miei compagni di viaggio Mente, Occhi, ecc... non erano così tanto poetici come i tuoi. Signora Bocca poi era molto materiale e molto poco poetica. Saluti.
  • stella luce il 20/09/2013 21:28
    davvero brava anche nei racconti... bello e fantasioso...
  • daniela il 19/09/2013 07:52
    a me le fiabe piacciono tantissimo complimenti fortissima.
  • Caterina Russotti il 18/09/2013 12:56
    Si certo, Bocca.. Uhmmmmm... L'ha mangiato in un agriturismo locale.. E buona ingorda ha fatto il bis.. È non solo di quello... Ma di tutti i piatti locali... Ehehhhh.
  • Ely xx il 18/09/2013 12:21
    Racconto carino visto e vissuto dai nostri 5 sensi. Un omaggio alla nostra spettacolare Sardegna che, per la sua bellezza selvaggia sprigiona emozioni uniche nella Signora Mente.
    A proposito... ma la signora Bocca ha assaggiato le Seadas??? Credo siano la testimonianza che Dio c'è!!
  • Caterina Russotti il 18/09/2013 11:02
    Grazie Glauco... Gli porterò il tuo augurio... eheeehh
  • Caterina Russotti il 18/09/2013 10:29
    Grazie... Rocco sei sempre gentile.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0