accedi   |   crea nuovo account

La Cassa

La spesa al supermercato è solitamente divisa in due parti, entrambe stancanti. La prima la parte, quella degli acquisti, in un certo senso positiva, dove, in un percorso studiato per te, sei accompagnato alle prelibatezze culinarie e non.
Tutto a disposizione, dove anche le cose che non sapevi ti servissero ti vengono a mente. Per giungere, al termine, dove la via e dove il tanto camminar fu volto!
Non l'abisso leopardiano ma la cassa, con il dilemma della scelta della fila da fare. Perché bisogna fare il prima possibile!
Per scegliere la fila giusta il primo metodo è quello intuitivo della semplice lunghezza della fila: più gente più tempo.
Poi, però pensandoci meglio si può fare un calcolo in cui vengono alla luce i ricordi scolastici: è lì che viene utile la matematica! Bisogna calcolare il numero delle persone moltiplicato per la merce che hanno nel carrello, ecco un indice appropriato!
Ma neppure quello è giusto, perché occorre, soprattutto, considerare la velocità della cassiera che fa passare i prodotti sopra il vetro con la lucina rossa e la sua propensione ad interloquire con i clienti.
Tutte cose utili, certo, ma primariamente è necessario individuare la cassa giusta, guai sgarrare! Ci sono le casse per carrelli con bambini, quelle con il numero di prodotti contato, 10 o 6 e quelle dove si fidano di te perché ti danno anche l'"onore" di registrarti da solo i prodotti che compri. Si chiamano salvatempo.
In realtà salvano al supermercato lo stipendio di qualche cassiera in più, che ti farebbe fare prima!

 

3
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • stella luce il 30/09/2013 18:02
    bella e divertente riflessione sulla teoria della. cassa giusta... dopo anni di esperienza devo ammettere che ho smesso di fare questi calcoli, ne scelgo una e vada come deve andare senza mai controllare le altre per poi rodersi se fanno prima... ma da anni c'è il salvatempo e se hai la fortuna di non avere la rilettura la cassa è tutta tua e del bancomat che sempre piange...
  • Anonimo il 30/09/2013 17:43
    Mi ritrovo perfettamente in quello che hai scritto.
    Non so perché, ma anche dopo aver fatto ogni calcolo, succede sempre un qualcosa che rallenta la fila scelta... senza contare quelli che con la scusa di avere poche cose da comperare, chiedono di passare avanti e, guarda caso, sempre dove fai la fila tu.
  • Vincenzo Capitanucci il 30/09/2013 16:47
    Il Signor Ballantini è desiderato alla cassa...

    ottimo Glauco... mi ci rivedo... a calcolare la fila più veloce... ma poi arriva l'imponderabile... una vecchietta che Ti dice... che è stanca... una Donna che aspetta un bambino... etcc... le le lasci passare... e Ti accorgi di aver scelto la fila sbagliata...

1 commenti:

  • Caterina Russotti il 30/09/2013 19:06
    Bella Glauco... Non ci crederai... Ma riesco a perder tempo anche alle casse salva tempo. Complimenti per il tuo racconto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0