accedi   |   crea nuovo account

Alzi bandiera

Accade quando grida torreggiano le parole
Ed il suono muto la via d'uscita
Spiraglio che da respiro dove aria non esiste più

E ritrovarsi seduti in vacui sguardi
A tavole con coltelli che sembrano
Armi fra le dita e non più attrezzi per
Tagliar pietanze

E riaccade di ritrovar silenti
Carichi e poco potenti come la pena degli altri
In una morte che porta il suo grido e che non vuoi vedere

Subentra nelle ragioni del proseguire
Assai più importanti del restare
E la rabbia compagna di tutti i giorni
S'accavalla all'umiliazione dei rimbrotti
Di tutti i santi giorni

E ritorna quando non distingui più ciò che di devono
E quel che dovresti dare
Sorridi scomposta in lacrime che non hanno più argini
Scorro a fiotti sfiorando pensieri carichi d'elettrica pazzia
In quel continuo percepire che nulla è cambiato e cambierà
In quella lunga ferita, che senti nell'inganno di quanto ti hanno tradita

E si ripete nelle notti fatte d'ombra lunga
E ti raggomitoli sul letto stretta al cuscino fetale
Su morbida e liscia coperta pregando che
Qualcosa domani ti porti a dimenticare


E adesso ripeti la tua fine il stop come fosse
Semplice come bere il tuo the e la vita va
Accade quando il cuore e l'orecchio non si prestano più l'attenzione
Ed è tutto troppo uguale e il tempo si passa solo a rimproverare
In quel tempo che riguardi il bacio che è stampato sulla foto
Giusto chiuso nel cassetto del passato
Dell'amor che par stropicciato
L'amor che sei e che sei ma che è in prigione dentro
L'amor cresciuto e spero come bimbo tra la folla
come se qualcuno te lo avesse strappato via

Ed alzi bandiera bianca a rimarcare tutto ciò che è mancato
In quel che c'era e ti par morto

12

1
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/10/2013 06:16
    "Ed alzi bandiera bianca a rimarcare tutto ciò che è mancato
    In quel che c'era e ti par morto"...

    HO ESTRATTO QUESTO RIFLESSIVO DISTICO PER ENCOMIARE UN SI' PROFONDO COSTRUTTO...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0