accedi   |   crea nuovo account

Il desiderio

Il desiderio ha strane forme a volte.
Lo stupore è fuoco alla passione in modo incontrollabile.

Siamo una di fronte all'altra. Così simili. Eppure così diverse.
Due corpi affusolati dentro una pelle bianca. Quasi nude.
Rimaniamo a guardarci mentre la musica asseconda i gemiti.

Il suo collo è un boa di piume azzurre. Lunghissimo.
Arriva a sfiorarmi le gambe.

Ad addolcirle il viso una parrucca bionda.
Gli occhi fissi. Di puro vetro e rimmel.
La pelle liscissima sul volto.

Pelle di pupa.
Puttana in fin dei conti.
Una dai tacchi troppo alti.
Una vertigine di stivali in cui mi perdo nel guardarla.

Mi avvicino. Il suo profumo mi apre al gusto.
Confusa e senza scopo, guardo le sue labbra grandi.
Fragole. La sua lingua che ripassa e lucida.
Veloce sulla bocca.
La sua.
All'improvviso, la mia.
Ed io che non respiro

Sorride.
Una risata e getta la testa indietro.
Mi piace il gesto. E146; intenso.
Mi caccio la lingua fuori.
Lo rifaccio. Ancora. E di nuovo. Lentamente.

Intorno la musica e dentro sale il ritmo.
La sorpresa è una corrente difficile da gestire.
Te la ritrovi addosso.
Non puoi che viverla.

Lei. I suoi occhi. Un cristallo. Mi fruga il ventre.
Io la lascio fare.
Incredula.
La risposta che arriva è sensazione e vita.

La superiorità lei la sbatte in faccia.
Annoiata, si allontana. Mi brucia.
Con la distanza.
Io resisto la ignoro poi la penso la cerco.
Io guardo il boa, a terra. La coda. Le piume le raccolgo.
Prendo a sfiorarmi il collo.

12

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 04/10/2013 01:37
    Sensualità e passione espresse in modo che incanta. Molto piaciuta.

1 commenti:

  • Anonimo il 04/10/2013 10:53
    particolare espressione descrittiva, interessante davvero, complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0