accedi   |   crea nuovo account

La Signora

Stasera mi tocca, come diceva il mio amico Paolo, mi tocca nascondermi nello stanzino delle scope.
Qui nessuno mi vede piangere, alla mia età, come una ragazzina.
Il buio non mi spaventa più, sto bene, faccio finta di esser morta.
Che avrà mai poi di tanto terribile questa Morte?
Sarà quiete, mancanza di sofferenza e d'infelicità.
Nessuno è mai tornato da lì e comincio a sospettare che possa riservare piacevoli sorprese. Intanto ci sarà mio padre ad aspettarmi, il mio buono, tenerissimo papà che soffriva così tanto da pregare venisse a prenderlo, la Signora.
Era la vita a mordergli le carni, a non farlo più muovere dal dolore, a non fargli andare più in gola nemmeno una goccia d'acqua pur desiderandola con la mente attenta e viva. Quanto ci volle perché la Signora si palesasse finalmente! E fu pace, alla fine.
Neppure il pensiero di mia figlia mi è di consolazione stasera.
Sono stanca, infinitamente stanca. Mio padre si che troverebbe le parole per me, mi avvolgerebbe anche se un braccio era immobilizzato da giorni, gonfio e tumefatto. Abbracciami e dimmi e spiegami il perché di questa mia vita, tu che ora sai.

 

0
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 04/10/2013 20:26
    Non un racconto, uma riflessione lunga... Quella che mi è piaciuto è che con pochissime parole hai tratteggiato un disagio, il tuo, ma accettato, una figura, quella di tuo padre, perfettamente delineata nei suoi tratti essenziali... Insomma uno spaccato di vita, triste, ma nitidissimo, e molto reale...
  • Anonimo il 04/10/2013 20:16
    Solo il riflettere ridà il giusto equilibrio a una giornata "no"...
    E ritorna nella rimembranza la figura paterna a ricordare il consolar da lui usato per veder brillar di gioia la propria fanciulla... Un periodo di chiusa che bussa spiegazioni a questo destino non atteso... Mi ritrovo nelle tue osservazioni Chira...

3 commenti:

  • Anonimo il 04/10/2013 20:21
    La recensione è mia Chira... R. M. Lettini
  • Anonimo il 04/10/2013 20:21
    La recensione è mia Chira... R. M. Lettini
  • Anonimo il 04/10/2013 20:21
    La recensione è mia Chira... R. M. Lettini

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0