PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Occhiali

Cosa non si darebbe per conoscere anticipatamente le conseguenze delle proprie scelte. Molti scrittori dei corsi di scrittura creativa che ho letto dicono, la vita di una persona è come un romanzo, sta all'autore far fare delle scelte al protagonista. Una volta individuata la sua area di pericolo, lo si fa scornare con tutto quello che a lui non piace e non sopporta, creando così interesse nel lettore. Ma la cosa fondamentale è che lui decida.

Soltanto che in quel caso se la storia si incartoccia, si cancella e si riscrive. Cosa impossibile nella nostra vita di tutti i giorni, specie se certe scelte risalgono a tempi lontani, quando il mondo lo si vedeva con colori diversi e dall'alto verso il basso perché si era giovani e i colori allora, apparivano belli e brillanti. Una tecnica che ormai si usa comunemente, quando i nostri apparecchi elettronici si impallano, è quella di fare un bel reset, caso limite si formatta o si ripristina il sistema.

Quante volte chiudendo gli occhi avremmo il piacere di poterlo fare su di noi, sulla nostra vita, bella o brutta che sia. Soddisfare la curiosità di sapere come sarebbe andata a finire se le nostre scelte fossero state diverse da quelle fatte. E caso limite... ripristinare la propria vita andare in default e ricominciare da capo.
Chissà ?
Forse un giorno sarà possibile, certamente non riguarderà noi...
Dobbiamo solo riconsolarci nel credere che, nella prossima vita potremmo tenere presente tutti gli errori fatta in questa. Ma, alla fine di tanti discorsi, sappiamo bene che la vita è una ed è troppo preziosa per non viverla con tutte le sue emozioni...
comprese quelle brutte.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • stella luce il 18/11/2013 08:11
    Qualcuno dice che la vita è un romanzo e siamo noi a doverlo scrivere... di certo la vita viene vissuta con i toni e colori del momento e tornare al passato non si può. Fare un reset alle volte non sarebbe male ma coi ricordi vissuti però... perchè senza di essi forse faremmo le stesse cose. Una riflessione bella in intensa... felice di leggerti.

1 commenti:

  • Anonimo il 18/11/2013 06:52
    Interessanti considerazioni filosofico-esistenziali trattate tuttavia in maniera spiccia e, forse, eccessivamente compressa, sintetica. Resta nel lettore il profumo ed il lieve sapore della questione trattata ma alla fine non ci si sente appagati appieno.
    Ma io credo che questo brano stringato sia una scelta dell'autore che forse temeva di annoiare i lettori occasionali che usano leggere i racconti col metodo della Toccata e fuga.
    Per quanto riguarda invece la forma devo dire che alcuni periodi sono di non immediata comprensione e vanno riletti con calma... qualche dubbio sull'uso della punteggiatura. Un saluto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0