PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Suonala ancora, Horacio

Cosa unisce un film ed una canzone che non c'entrano niente l'uno con l'altra? Forse nulla, specie se il film è "Casablanca" e la canzone è "El pueblo unido".
Li unisce la reazione che provocano quando vengono visti e sentiti. In particolare li unisce il momento eroico, quel momento nel quale, in un attimo, si ribaltano i ruoli e lo sconfitto, per un momento vince, momentaneamente, la sua battaglia.
Così di fronte ai tedeschi vincitori, l'esecuzione della Marsigliese richiesta da Lazlo, ma autorizzata da Bogart, zittisce gli invasori. Tutto il pubblico del locale trova la forza di ribellarsi all'esecuzione di una loro canzone ed il numero ha la meglio sulla tracotanza. I molti sui pochi.
Scattano corde recondide, quasi genetiche: la cantante, l'orchestra, Sam, la prostituta, tutti gli astanti la intonano nel film, e, davanti allo schermo che lo trasmette, non si può avere che una ondata di commozione.
Allo stesso modo l'esecuzione di "El pueblo Unido" provoca la stessa reazione.
Horacio Salinas suona e canta con gli Inti. Illimani e ti senti gli occhi lucidi; qualcosa ti si smuove dentro e la cosa strana è che, guardandoti intorno, ti accorgi che sono tutti nelle stesse tue condizioni.
Qualche pugno alzato, come per "La locomotiva" gucciniana, ma è la saliva che non scende, che ti manca, perchè l'acqua è andata agli occhi, e non ne hai abbastanza per la gola.
Sei tu in Casablanca!
Che tu sia Sam o la prostituta, Lazlo o la cantante, Rick o Ilsa.
Forse siamo come gli sconfitti francesi? Forse immaginiamo la nostra insana rivincita di un momento?
Non credo. Tanto vinciamo in sogni straordinari.
In ogni caso, suonala ancora, Horacio!

 

0
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • stella luce il 30/11/2013 06:45
    Tanto vinciamo in sogni straordinari... forse un giorno la nostra scinfitta sarà una vittoria... non so cosa sarà ma leggerti è sempre bello!!!
    Comunque andranno le cose... quella musica, questa vita abdrà avanti... scrivi ancira Glauco
  • Caterina Russotti il 30/11/2013 00:33
    Caspita bel racconto e pensare che quella canzone c'è la facevano cantare in colonia solo più grande ne capii il significate è una delle poche canzoni in lingua straniera che ancora ricordo. Una canzone che in un certo senso col periodo che stiamo vivendo, dovrebbe essere cantata ancora. Proprio come dici tu... Suonala ancora, Horacio.

1 commenti:

  • Anonimo il 29/11/2013 19:27
    bel racconto, coinvolgente... una particolare recensione di un film, visto con occhi personalissimi che condivido in pieno... grande Glauco... hasta la victoria siempre. Ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0