PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il citrullo e l'altezzosa

Ciccillo, bighellonando in una località marina, posa le attenzioni su una leggiadra donzella di nome Lillina. Questa, nel vedersi guardata, chiede: - Che hai da...?
- Sei tanto bella, che mi vien di chiedere di metterti con me - risponde Ciccillo.
Prendendosi gioco di lui, Lillina ribatte: - Interessante. Come giovincello non è poi da scartare. Ci stò a mettermi insieme. A una condizione però. Nell'arco d'una settimana devi esibirmi il Certificato di Buona Condotta, una Copia dell'ultima Busta Paga, l'Estratto Catastale di un tuo fabbricato, una Copia dell'ultimo Modello Unico e il Certficato di Sana e Robusta Costituzione.
Sorpreso da tale inusuale richiesta, domanda: - E tu cosa certifichi?
- Io? - ribatte Lillina - Beltate e bontate!
Invaghito ancor di più, sollecita la giovine: - Per favore ripetimi il tutto che lo annoto su la mia agenda elettronica.
Promesso di esibire quanto richiesto, la saluta e riprende la via del ritorno saltellando e canticchiando per la gioia come un pazzo. Lillina se la ride come non mai.
Disoccupato da sempre, nullatenente, trova parte di tale certificazione in un omonimo.
Citrullo, citrullo ritorna. Presenta il tutto e chiede:
- Posso considerarmi il tuo fidanzato?
- Aspetta, fammi almeno controllare. Quanta fretta hai. Poi sei solo ammesso ad un concorso. - annuncia Lillina.
Fessacchiotto com'è, domanda: - Con scritto e orale?
- Una semplice prova pratica - soggiunge Lillina
- Una pro-pro-prova - balbetta Ciccillo - in una pu-pu-pubblica pia-pia-piazza?
- Che hai capito cretino? - controbatte la giovine. Devo metterti alla prova nelle faccende domestiche, così quando...
- Cheee? Assumeremo una domestica - borbotta Ciccillo.
- Si, per servirmi i cornetti caserecci - obietta Lillina.
- Un maggiordomo allora? Non sono mica geloso. Sa' dopo lo stressante lavoro in fabbrica sarà difficile procedere in cucina. E tu... non ti puoi sacrificare? - chiede Ciccillo.
- Per un corpo snello, perfetto, senza alcuna spossatezza, devo solo fare palestra. - ribatte Lillina.
- Almeno cucinare - dice Ciccillo - La notte poi, stremato, mi addormento, senza almeno baciarti.
- Neanche per sogno, né cucinare, né maggiordomi, né... Ti concedo qualche giorno per decidere.
- sussurra Lillina.
- Allora, ripeto allora, mi spiego, non so... - ormai fuori di sé, si allontana mugugnando.
- Solo pochi giorni - grida Lillina - Chè c'è un altro che mi ronza.
Inculcato di nozioni domestiche dall'ignara madre, Ciccillo, si presenta per sostenere tale prova pratica.
- Sei preparato? - nel vederlo riapparire, dopo pochi giorni, domanda divertita.
- Penso di esserlo! - afferma Ciccillo.
- Allora va' da tua madre ad aiutarla in cucina e nelle faccende domestiche, che io non so proprio che farmene uno come te. Va', va'. Non te ne sei accorto che ho voluto solamente giochicchiarti. - gli dice offendendolo.
Innervosito, la minaccia di citarla in tribunale per danni alla sua persona per meditati, continuati e voluti falli. Una prolungata risata allontana Ciccillo da chi è stato soggiogato.
Così, tronca la sua avventura brontolando: - Sempre a me, se-e-sempre a me... Brutto non s-s- sono... B-b-b-brutto non s-s-sono... S-s-sempre a me-me-me.
- Beltate, bontate. Per caritate, con certe donne, è meglio non... - osserva tra sé il povero Ciccillo.

 

4
8 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/01/2014 17:41
    Rocco, mi hai sorpreso!
    Racconto molto simpatico e divertente. Letto tutto d'un fiato. Complimenti!!!!!
  • Anonimo il 16/01/2014 15:22
    Simpatico racconto, letto molto volentieri. L'autore ha saputo coinvolgere il lettore con una narrazione pregna di ironia e di momenti ricchi di inaspettate sorprese, collegate al contenuto del testo. Spassoso, dall'inizio sino alla conclusione. Complimenti!
  • Anonimo il 13/01/2014 22:28
    Geniale e inconsueto impianto narrativo... bravissimo!!
  • Caterina Russotti il 13/01/2014 18:53
    Aahahhhhhh troppo bella Rocco. Mi sono proprio divertita a leggerti... Sembrava la trama di una commedia comica... Sei bravissimo!
  • Anonimo il 13/01/2014 14:50
    E bravo Rocco, mi hai sorpreso! Un racdconto ironico quanto basta e divertente. Mi ricorda un po' i vecchi "cunti" che mi raccontavano da bambino, ma con personaggi più attuali.
    Complimenti Rocco!
  • Anonimo il 13/01/2014 07:41
    Complimenti per questo tuo Rocco... davvero una grande sapienza nell'uso del linguaggio.. bravissimo.

8 commenti:

  • oissela il 13/01/2014 19:14
    Se quel ragazzo fosse stato più in gamba e se Lillina gli avesse detto di sì, non mi ritroverei a lavare piatti e cucinare.
    Ce ne sono di queste ragazze in giro.
    Racconto brioso e garbato.
    Oissela
  • Anonimo il 13/01/2014 14:38
    Mitico Rocco, sei grande anche nella narrativa.
  • augusta il 13/01/2014 13:05
    Rocco grande... quando ho letto.. sono rimasta senza parole... ironico al punto giusto... 1 beso
  • Chira il 13/01/2014 12:06
    Rocco, ma sei bravissimo anche in prosa! Ironia e bel dialogare. a Ciccillo in fondo è andata bene...
    Chiara
  • Vincenzo Capitanucci il 13/01/2014 11:16
    certifico il commento-recensione è mio.. sai Michele in questo mondo d'oggi è meglio essere prudenti..
    bravo in prosa... in poesia... ed ottimo il commento che mi hai lasciato.. che potrebbe essere un aforisma.. sul compito dello scrittore..
    Onorare il magico...
  • Anonimo il 13/01/2014 08:45
    originale molto apprezzata non solo magnifiche poesie sei bravissimo anche nella narrativa, come dice giacomo bacioni
  • Anonimo il 13/01/2014 07:39
    Molto ironica... non me l'aspettavo da te, Rocco... una bella sorpresa. bello che la sezione narrativa si ampli con altri autori, non sempre i soliti. ciaociao
  • Rocco Michele LETTINI il 13/01/2014 07:29
    RECENSIONE LASCIATA DA CAPITANUCCI VINCENZO - PER UN ERRORE NEL TITOLO HO DOVUTO RIPUBBLICARE IL RACCONTO.

    beltate e bontate... certifichi????.. Ah... certi fichi non dovrebbero andare in giro.. os-serva Lillina... giochicchiando.. con Ci.. ciii... ci... ciiiillo..
    Divertente... Michele... satira ed ironia...
    che hai da darmi... mi ricorda una poesia di una poetessa..(poeta odio questa essa )francese..
    Il tuo olocasto
    cosa ne farei????
    Dammi...
    e questo... di questa nostra società dice tutto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0