accedi   |   crea nuovo account

Chi È Strana..?

Gin ama definirsi strana. Ha sempre amato il termine "strana" perché in qualche modo giustifica molti dei suoi comportamenti incomprensibili, pure da se stessa.
Al di sotto di quella corazza che si ostina a mostrare, e attraverso la quale si protegge dal mondo esterno, si nasconde una ragazza sensibile, terribilmente insicura, molto paurosa, ed estremamente dolce. Lei odia la monotonia ma ha le sue abitudini quotidiane, odia annoiarsi, ma si stanca subito di tutto, è contraddittoria a volte, forse anche prevedibile.. Eppure le piace pensare di essere particolare.. O forse speciale per qualcuno.
Come la maggior parte delle ragazze vorrebbe sposarsi un giorno, con l'uomo della sua vita, ma non sogna spesso il suo matrimonio perché ha un terrore incontrollabile dell'amore. La parola stessa le incute timore.
Ma perché fa così paura l'amore..? Beh, l'amore non è altro che un apostrofo rosa sulle parole T'amo... Ecco, questo può essere considerato il primo motivo. È terrorizzante pensare che l'amore sia tutto fiori rosa e confetti, insomma, non può essere solo un vivere insieme, sfornare figli, dire frasi smielate quasi a farsi venire il diabete, tipo "si, amore, ti preparo la cena, ti amo anch'io", solo perché è quello che generalmente dice una perfetta mogliettina, ed è quello che il maritino felice si aspetta di sentire.
Gin è una sognatrice, lei vuole l'amore passionale, si cazzo, quell'amore che si vede nei film, l'amore tormentato, quello violento, impossibile, l'amore che fugge e viene rincorso, quello che ti stringe lo stomaco, quello che non ti fa mangiare, né dormire la notte (e neanche il giorno). Non è sicuramente una ragazza da "coppietta"... Patetico.

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 20/01/2014 20:59
    Un bel racconto. Chi è strana? Credo nessuno, nemmeno Gin che è coerente col suo Io
    Brava è un bel scrivere il tuo complimenti, l'ho letto volentieri e con interesse.
  • oissela il 19/01/2014 08:11
    Voyons un petit peu: È il bacio l'apostrofo rosa tra le dolci
    parole "Je t'aime". Allora Gin ama definirsi strana solamente
    per giustificare i suoi comportamenti incomprensibili a sé stessa.
    Beata gioventù, tutte le donne sono così e a comprenderle abbiamo rinunciato sin dai tempi di Adamo.
    Gin è una sognatrice... Tutti lo siamo.
    Benvenuta in quest'angolo della narrativa,
    Ciao
    Oissela

2 commenti:

  • stella luce il 23/01/2014 09:52
    ... l'ultimo... allora l'amore in una coppia sposata non è esattamente come lo descrivi tu, o meglio può essere quello o altro, tutti dipende da come lo si vive ma soprattutto con chi lo si vive... a parte questo è bello leggerti, non sei strana anzi sei perfetta... ben arrivata su PR
  • Anonimo il 19/01/2014 06:59
    Intanto benvenuta nel sito e in particolare nella sezione Narrativa, che come si può vedere è scarsa di autori... racconto interessante, anche ben scritto, che conferma a noi maschietti come la donna, certo non tutte, sia propensa ad inseguire sogni di grandi amori passionali piuttosto che la normale via dell'amore così detto sicuro... e non mi sento certo di criticarvi... a me tuttavia sono successe le due cose insieme, passionale e duraturo, quindi mai dire mai... ciaociao

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0