accedi   |   crea nuovo account

Il Signore dei Siti

Non era più il Boss dei mercati generali.
Adesso, poteva permettersi Servitù, vita agiata, cultura e quanto altro.
Il suo sogno segreto: Scrittore o almeno Poeta.
Nella mente un groviglio di sensazioni artistiche.
Allorché provava a trascriverle, esse se ne andavano in cerca di altri lidi.
Il cestino della carta straccia sbottava incuriosito per i vani tentativi.
Più nero della pece dell'inferno, Don Ignazio lo prendeva a calci.
Altro che Strega o Campiello!
Con tale andatura... nemmeno il Viareggio.
Un bel giorno, quando ormai era alla frutta, scoprì il web e i Siti Letterari.
Novello Ciaula, rimase incantato.
Cambiare idea? Nemmeno per sogno!
Comprò rimari e dizionari, non lesinando nella lettura dei Classici.
Per non sbagliare, assunse una garbata bibliotecaria con gli occhiali.
Il suo sapere e la propria sensibilità reclamavano visibilità.
Scrivere, scrivere, scrivere e finalmente il coraggio di postare la prima poesia:
"Cuore infranto e luna poetica".
Notti insonni nell'attesa di qualche commento.
Ne arrivarono ben quattro.
Tutti di incoraggiamento.
Nella testa ronzava sempre il suo tarlo e alla fine partorì la celeberrima:
"Volgo in alto il mio amore."
Trentasei visualizzazioni e quattro commenti.
Il cestino della carta straccia non osò obiettare.
Calde lacrime sul viso, allorché poté leggere le parole sognate.
"Maestro, sono rimasta incantata dai sublimi versi che parlano al cuore."
Oh gioia! Oh estasi! Oh mondo!
Nessun dubbio che potesse averlo scritto la sua bibliotecaria!
Poeta tra i poeti e perché non anche scrittore tra gli scrittori?
Detto, fatto.
Due mesi dopo, lo ritroviamo Scrittore tra gli scrittori.
Un po' lunghe le sue storie, ma non peggiori di tante altre.
Si sentiva pronto per i premi letterari e a tal fine,
fece amicizia con un paio di pennivendoli.

Tipo all'antica, aveva un solo cruccio.
La figliola, laureata in medicina, cercava marito e
avendo trovato un ragazzo, lo condusse da lui,
per averne il tradizionale consenso.
"Allora giovanotto, cosa volete dirmi?"
"Signore, sono venuto a chiedere la mano di vostra figlia".
" Ah! Ditemi, e che fate di bello nella vita?"
"Insegno all'Università e amministro il patrimonio di famiglia,
che è considerevole."
"Benissimo e ditemi, siete un poeta o uno scrittore?"
"Signore, scrivo trattati scientifici e saggi letterari,
ma questo non mi autorizza a ritenermi scrittore o poeta."
Dopo qualche minuto di pausa:
"Siete proprio un bravo ragazzo e vi ammiro,
ma la mano di mia figlia non ve la do.
Mia figlia deve sposare uno scrittore o un poeta."
Chut, non ditelo a Molière.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 08/02/2014 18:24
    Un racconto che la sa lunga. È come dire... "Non è l'abito che fa il monaco".
    Conta quel che c'è dentro e non l'apparenza. Bello il racconto, ma soprattutto la lezione di vita in essa celata.

12 commenti:

  • Caterina Russotti il 09/02/2014 12:35
    Buono il mirto! Un sorso anche a me.. ben fresco mi raccomando... Questo è il periodo per raccoglierlo o mi sbaglio? Buona domenica
  • oissela il 09/02/2014 12:32
    "Non è l'abito che fa il monaco" quasi quasi lo prendo come titolo
    per il racconto"Cena tra Autori" che posterò fra qualche settimana.
    Grazie per il passaggio e per la recensione.
    Ciao.
    Oissela
  • oissela il 09/02/2014 12:27
    Per Loretta: Grazie per la lettura e per il commento.
    Ciao.
    Alessio
  • oissela il 09/02/2014 12:24
    Pour Jacques: Mi auguro che si dialoghi di più tra gli Autori.
    Ho dato un'occhiata in Community e credo che alcuni di loro potrebbero ritornare. Per divertirmi mi diverto e poi ad Oissela basta un solo lettore, almeno fino a che non l'annoio.
    Ricordami il mirto.
    Ciao.
    Alessio
  • oissela il 09/02/2014 12:15
    Per Carla: Ne ho ancora un paio di storie sugli autori.
    Appena possibile, posterò ""Autori si nasce" e poi "Cena diAutori."
    À la prochaine.
    Ciao.
    Alessio
  • loretta margherita citarei il 08/02/2014 20:08
    molto originale apprezzatissimo
  • Anonimo il 08/02/2014 17:20
    Alessio, di quale autore parli?... ci sono stati diversi bravi autori su questo sito... anche Full era qui, lo sai vero?... comunque sia i commenti e le letture sono calate negli ultimi due anni, dobbiamo cercare di riportare il sito a livelli delle mille letture e trenta o quaranta commenti... vabbè, ma noi ci divertiamo lo stesso, giusto?
  • Anonimo il 08/02/2014 16:34
    bellissimo letto con estremo interesse... cmplimenti di cuore per lo stile con il quale scrivi...
  • oissela il 08/02/2014 15:36
    Pour Jacques: Ho dato un'occhiata ad alcuni racconti postati su questo sito. Alcuni li conoscevo già altrove ed altri mi hanno favorevolmente colpito, vuoi per la capacità nello scrivere bene, vuoi per i contenuti trattati. Il numero delle visualizzazioni è mediamente alto, mentre i relativi commenti, a mio avviso, sono relativamente poco numerosi.
    Per dirla in breve, mi sembra un peccato.
    Ciao.
    Oissela
  • oissela il 08/02/2014 15:26
    Per Ciro: Grazie per il passaggio e per il commento.
    Mi aspetto di vedere le tue pagine in narrativa.
    Ciao.
    Oissela
  • Anonimo il 08/02/2014 13:38
    Pennellate di ironia e satira che ben dipingono il clima di certi autori in siti( non mi riferisco a questo) che abbiamo frequentato insieme... al di là dell'insegnamento e della lezione di stile un gran bel scrivere che allieta cuore, vista e pensiero... e non è poco. ciaociao
  • ciro giordano il 08/02/2014 13:27
    simpatica e caustica ironia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0