PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Autori si nasce

Mister Giorgi, mostro sacro della finanza mondiale, non sapeva vivere.
Rigido e severo anche con sé stesso, nulla concedeva alla piazza.
Mai uno slancio o una carezza, mai un interesse o un sorriso.
Mariella, la sua segretaria di fiducia, lo adorava e sognava.
Incrinare la corazza di quello scafandro... era follia pura.


"Signorina, è pronta la relazione sull'attività poetica dei siti letterari?"
"È stata completata, signore, possiamo, se lo desidera, anche esaminarla."
"Benissimo, e a che punto siamo con l'analisi della narrativa virtuale?"
"Signore, il lavoro è stato completato."
"Meraviglioso... convochi il Direttivo per le sedici e quaranta di oggi."
"Sarà fatto, signore."
"O. d. G: Vendita prodotti culturali della G. Editing alla New Bola di Pechino."
"Signore, mi permetta di dire che le sue intuizioni sono sempre geniali."
"Grazie, lei è troppo buona con me."
Un momento di magia che svanì, subito, nell'aria ovattata.

La "Giorgi Editing" aveva passato al setaccio tutta la produzione
culturale, che stazionava nei diversi Siti della letteratura virtuale.
Ne aveva estrapolato concetti, poesia, riflessioni e stati d'animo,
plasmandoli in mini slogans molto efficaci.
Un po' come i bigliettini dei baci perugina, la "Bola and Chips
di Pechino" intendeva utilizzarli, coniugandoli alle sue attività produttive.

Miliardi di confezioni di bibite frizzanti e patatine non erano uno scherzo.
E non era uno scherzo, nemmeno, il miliardo di dollari,
che la "Giorgi E. realizzava come profitto.
"Signore, nella sede di Milano, ci sono le Fiamme Gialle."
"Bene, ordino che venga data la massima collaborazione."
"Signore... rischiamo una multa di quaranta milioni di euro."
"Signorina, daremo disposizione alla Union Credit di pagare
la multa, non voglio contenziosi con gli Stati, figuriamoci
con quello italiano."
"Signore... è l'ora che volge al desio".
"Grazie per avermelo ricordato, andiamo ad intenerirci il cuore."

Mister Giorgi aveva una sola debolezza ed era quella di postare,

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 11/02/2014 08:15
    Forse malgrado tutte le nostre scuole e accademie... anche lettori si nasce..

    Ottimo Alessio-Oissela...
  • Caterina Russotti il 10/02/2014 16:30
    Un racconto ironico e pieno di tanta verità, anche se credo, che a volte la pigrizia o il tempo porta alcune persone a non leggere.. Come quando ad esempio ci sono racconti di 7 o più pagine. Poi tutto dipende dai lavori... Alcuni potrebbero essere, magari anche di 10 pagine... Ma se scritto bene e la trama cattura chi lo legge, diviene piacevole leggerlo e commentarlo. Io per esempio.. Lascio sempre per ultimi i racconti che superano le 2-3 pagine... Poiché richiedendo più tempo, non voglio leggerli di fretta e quindi mi prendo un appunto e poi appena riesco vado a leggerlo... Magari anche dopo due o tre gg dalla sua pubblicazione.

14 commenti:

  • Anonimo il 18/09/2014 08:36
    simpatico molto ben scritto e spumeggiante
  • stella luce il 16/02/2014 09:22
    molto bello... credo che si debba scrivere non per raggingere le tante letture o i mille commenti... certo vi sarà che è bravo e chi è eccellente nello stile... ma lo scrivere deve essere un piacere, un fare uscire la propria anima per sè stessi e non di certo per essere elogiati...
  • oissela il 11/02/2014 06:47
    Quando posterò "Padrino e Figlioccio" sarà la prima ed unica volta che supero le tre pagine.
    Sul Web, suggerisco sempre di sforbiciare, senza compromettere
    l'essenza del brano.
    Per esempio, ai fini dell'economia di un lavoro, i dialoghi non
    necessitano di quei contorni che spesso sono inutili lungaggini.
    Ciao.
    Oissela
  • oissela il 11/02/2014 06:41
    Per Loretta: Grazie per la lettura e per il commento.
    Ciao.
    Alessio
  • oissela il 11/02/2014 06:34
    Per Stefano:Grazie per la lettura e per il bravissimo.
    Ciao.
    Oissela
  • oissela il 11/02/2014 06:32
    Per Carla: È vero, amo condire le mie pagine con un pizzico di autoironia e con un niente di humour quando l'argomento lo esige.
    Prossimamente posterò un paio di storie drammatiche.
    Ciao.
    Oissela
  • loretta margherita citarei il 10/02/2014 16:38
    molto ironico e originale bravo alessio
  • stefano il 10/02/2014 16:26
    bravissimo complimenti
  • Anonimo il 10/02/2014 16:11
    alesio sempre preparato come giacomo dico che c'é anche ironia... piacevolissima lettura...
  • oissela il 10/02/2014 15:41
    Per Giacomo: A combattere, silenziosamente, con nick Sirio.
    Una brava persona, per l'amor di Dio.
    Qualche volta mi ha dato anche suggerimenti sullo stile, ma dubitava sulla mia sincerità, quando gli rispondevo che ne avrei tenuto conto. Alla fine si è convinto ed è passato ad imitare il
    mio modo di strutturare i racconti.
    Perché sono venuto qui?
    Forse per colpa di un certo Ermanno, che da quelle parti non esitò a scatenare una battaglia di civiltà.
    In realtà ottenne dei risultati, ma forse fu allontanato.
    L'ho rincontrato, tempo dopo, altrove.
    È un signore che quando scrive delle gorgonie, ti porta ad amare anche le bellezze del mare.
    Ciao.
    Oissela
  • oissela il 10/02/2014 15:21
    Per Augusta. Condivido la condivisione.
    Saper ascoltare e saper leggere stanno diventando merce molto rara.
    Ciao.
    Oissela
  • Anonimo il 10/02/2014 14:26
    L'opzioe salva nei preferiti non funziona: proverò più tardi... non vorrei che l'avesse bloccata Sirio, o uno dei suoi nicjk... ahahahah... il fatto è che lo voglio mettere davvero nei preferiti. ciaociao
  • Anonimo il 10/02/2014 14:22
    Fantastico... scritto benissimo, cattura l'attenzione... come si fa a non "saper leggere" un testo come questo?... ahahahah... mi sono pure divertito, l'ho trovato pure ironico e allo stesso tempo molto realista... come dire, una specie di piatto unico, come quelle splendide lasagne di zucca e trevisani che fa mia moglie, primo e secondo insieme... grande Oissla, ma dove sei stato fin ora? meno male che hai trovato la strada di Pr sul tuo cammino... ahahahah... chissà mai perché sei venuto qui, hai portato freschezza, intelligenza, bon ton, buona scrittura... ed altro. ciaociao.
  • augusta il 10/02/2014 13:28
    sono d'accordo... in tanti a saper scrivere... ma solo in pochi a saper leggere... ottimo... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0