PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il giardino di zinnie e dalie

Non era un giardino, ma piuttosto un orto. In quel minuscolo fazzoletto di terra davanti alla loro casa, la nonna ci coltivava l'insalata, i pomodori, le zucchine e - a chiazze - erano seminate come delle aiuole di zinnie e lungo tutto il perimetro crescevano delle siepi giganti di dalie... Era un magico colpo d'occhio di semplicita' e gaiezza, il tutto poi con magari l'aggiunta dei profumi non solo dei fiori, ma anche di quelli che arrivavano dalla cucina, di pietanze semplici eppure impareggiabili (ah quelle buone peperonate o gli agnolotti fatti in casa!!!).
Dall'alto dominava il pero gigante, carico di minuscole pere che, quando cadevano, attiravano tutte le api del paese...
Com'era sereno il cielo durante quelle estati!

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • frivolous b. il 14/02/2014 10:05
    racconto breve ma ricco di tutto ciò che necessitava... poi le zinnie sono dei fiori fantastici!

2 commenti:

  • oissela il 13/02/2014 11:51
    Un dipinto idilliaco, peccato che appartiene solo al passato.
  • Ugo Mastrogiovanni il 13/02/2014 11:24
    ... un magico colpo d'occhio di semplicità e gaiezza... bellissimo, e dove lo trovi più un orto così, in quello c'era un'anima. Bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0