accedi   |   crea nuovo account

Attraverso la porta del tempo

Che splendore... e che musica... si comincio`a sentire... quando i nostri protagonisti attraversata la porta del tempo... si trovarono... catapultati in una nuova terra. E che meraviglia quando davanti a loro... subito si manifesto`.. . dal nulla... una strada dal pavimento... del color d`oro zecchino... delimitata preziosamente da rocce.. . color zaffiro... alterante qua e la` da pietre diamantine e incantevole rubino... come spillo in un grosso cuscino... che appunto era il cielo... cosi` blue... che blue non c`e`. E che magia... poi! Infatti... i fiori che facevano cornice alla strada, si muovevano... cullati da quella musica che sembrava provenire dal nulla - ma che dico - i fiori ballavano e cantavano felici... Alcuni fiori... addirittura.. . si abbracciavano e cantavano insieme... altri s`inchinavano come paggetti al passaggio dei nostri visitatori, che non solo camminavano confusi ed a bocca aperta... ma che non potevano credere ai loro occhi.. . tanto che Tommaso, il piu grande dei tre, esclama "Ah.. ho capito tutto adesso... stiamo sognaaaaando!" e Susanna aggiunge "ad occhi aperti?""Ma-ma-ma io non-on mi rico-co-cordo di essermi addormenta-ta-ta-to"dice Giovanni avvicinandosi ad un fiore il quale pero`subito... non perde l`occasione, per salutare a modo suo lo straniero.. . spruzzandogli sul viso.. . un po`della propria fragranza dal delicato profumo.
Ma... ce n`erano... altri ancora... c`e n`erano a migliaia e dai mille colori... violetti... lilla... giallo limone... verde speranza... rosso cuore... e persino argento vivo... e stavano tutti incredibilmente ben ordinati... i piu` bassi avanti... i piu` alti indietro... tutti ben pettinati e vestiti... Cosi` pensava infatti il piccolo Giovanni sempre un po` spettinato.. . arruffato e... come al solito... col suo pigiama alla rovescia... Alcuni tra i fiori... potevano persino chiamare i nostri amici per nome... tanto che infatti Susanna non può` che declamare "Incredibile...""co-co-conoscono i nostri no-no-nomi.."urla Giovanni... "Ma come e possibile..." aggiunge Tommaso "Non siamo mai stati qui prima d`ora.. almeno cosi` credo.. e loro.. conoscono i nostri nomi... roba da sogno!" "Io non lo so`... ma qui e` tutto cosi` magnifico... cosa importa..." risponde Susanna.."Non capite che stiamo solo sognaaaandoooooooo!" dice di nuovo Tommaso "Non ro-ro-rovinare tutto tu co-come al so-so-so-lito... Se-se-se stiamo so-so-sognano non voglio sve-svegliarmi.."dice allora Giovanni scontrandosi maldestramente con la sorella.. voltatosi indietro troppo in fretta... per richiamare il fratello.. e cosi` continuando "io non ci vo-vo-voglio andare a scuola... quando mi-mi-mi sveglio... io vo-vo-vo-voglio rimanere qua.""Appunto.. Giovanni.. se vogliamo rimanere qui.. non dobbiamo svegliarci.. quindi stai attento a dove metti i piedi.."dice richiamando il fratellino più` piccolo Susanna "Perché` ... signor scontri scontri.. anch`io vorrei rimanere qui... e per cortesia non urlare... ci dovessimo svegliare!"

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • stella luce il 16/02/2014 21:52
    un vero sogno... molto bello leggere questo tuo racconto... potere sempre avere quello stupore...
  • oissela il 16/02/2014 18:09
    Se noi adulti avessimo il coraggio di infrangere lo specchio che
    ci siamo dati, forse ammireremmo tutte le cose belle che ci circondano e che non vediamo.
    Lavoro piacevole.
    Oissela
  • alessandra moschella il 16/02/2014 14:26
    Tanta tanta fantasia in un mondo che ormai ci vorrebbe solo ancorati alla realtà...
  • loretta margherita citarei il 16/02/2014 12:48
    molto originale bravo
  • Anonimo il 16/02/2014 11:05
    Beh... molto originale... anzi, quasi una fiaba per ragazzi...