username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Oscar Pistorius

Si sa, per ora illazioni e pezzi giornalistici contrastanti, tutto da verificare ma io ho impresso solo il tuo bel volto in lacrime che cerchi di nascondere con le tue mani.
Non riesco ad avere che pena immensa perché immagino quale calvario sia stata la tua infanzia, quanto dolore fisico e volontà tu abbia dovuto tirare fuori per continuare non solo a vivere ma anche a sognare.
Quel tuo sogno lo hai realizzato: correre, quasi volare sulla pista olimpionica, soldi soldi e una dea di donna accanto.
Perché quella pistola allora? Chi compra un'arma sa che prima o poi potrà o dovrà usarla e forse fantastica e ne prova il modo.
Parlano della tua casa come di un bunker guardato a vista da agenti anch'essi armati ed allora, ancora, perché quella pistola con te?!
Forse perché quando dormi ti senti più fragile e impotente, magari quelle portentose gambe di titanio le togli e metti nella tua testa la paura di non poter "scappare" di fronte ad un pericolo? Come non comprendere umanamente un'eventualità tale...
Ma la tragedia c'è e pure immensa: il tuo amore che ti muore tra le braccia forse perché accecato dalla gelosia o peggio ancora se per fatal errore, quando tra la veglia e il sonno siamo in un limbo di sensazioni e svegli sono sono gli istinti dell'animale ingabbiato nel corpo.
A ventisei anni di nuovo la tua vita spezzata e un incubo i tuoi sogni dove lo sparo dello starter si confonderà con quelli della morte.
Spero tanto che qualcun altro sia riuscito a intrufolarsi nella tua casa e che a uccidere non sia stato tu.

 

l'autore Chira ha riportato queste note sull'opera

Pezzo ripostato... mi dispiace per i commenti di allora andati perduti.


1
3 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • luigi castiello il 06/04/2014 00:27
    in poche righe hai raccontato benissimo la vicenda,
    ricordo perfettamente quando diedero la notizia in tv.
    Cosa sarà successo realmente?
    Cosa ha spinto quest'uomo a compiere questo drammatico gesto?
    Per certe cose, a volte, basto solo un momento,
    un attimo di pura follia.
    Misteri della psiche umana.
    Bellissima, scrivi bene,
    apprezzata se ti va passa da me
  • Vincenzo Capitanucci il 07/03/2014 07:29
    Fu solo un incubo dettato dalla paura... chi lo sa...?... quello che rimane è un fiume di dolore...
  • Anonimo il 03/03/2014 19:03
    Avevo sentito parlare di questo atleta i quanto vivo a 40 km da Grosseto e questa persona si allenava proprio qui in Maremma allo stadio comunale di questa città.
    Non ho seguito le sue vicende giudiziario ma anch'io trovo strano che una persona normale abbia bisogno di una pistola per difendersi. Da cosa poi? Non penso che nessun delinquente, il più incallito che ci possa essere, possa aggredire un disabile. Ma il processo è iniziato oggi e chi crede ancora nella giustizia lascia questo compito ai giudici ed aspetta sereno il loro giudizio. Spero che anche lui sia sereno.
  • oissela il 03/03/2014 18:50
    Una tragedia è sempre una ferita grave nei confronti della società.
    Personalmente mi sento tradito, allorché simili fatti di sangue
    vengono commessi da protagonisti che ammiriamo e che nel nostro immaginario, innalziamo ai vertici dei valori civili.
    Auguriamoci che simili episodi non debbano più accadere.
    Oissela
  • Rocco Michele LETTINI il 03/03/2014 18:30
    Un attento forgiato lasciato diligentemente per questo fratello vestito di coraggio...

3 commenti:

  • leopoldo il 11/03/2014 23:25
    Lodevole il Tuo pensiero su quest'uomo "sfortunato" e forse mai uscito veramente dai suoi incubi e paure. Non giudico, lo faranno altri, ma rimane una ragazza morta e tanti, tanti, rimpianti.
  • Anonimo il 08/03/2014 11:59
    La tragedia più grande è quella che la ragazza ha perso la vita, spero che lui non sia il vero colpevole, anche perché ha un volto e degli occhi che vedo sinceri, , ma se lo fosse sarebbe uno di quelli che conoscono il possesso e non l'amore, il difetto fisico non centra e non deve giustificare, ciao Chira
  • Chira il 03/03/2014 18:04
    Pezzo ripostato... mi dispiace per i commenti andati perduti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0