PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ricordava, Ricorda, Ricorderà

L'Aquila così maestosa volava nel cielo limpido fin quando un brutto temporale la spaventò. Impaurita cercò rifugio e non trovandolo fu colpita da un fulmine, un fulmine nero e assetato di dolore.
L'Aquila cadde giù non riuscendo più a battere le ali : era in prenda al terrore.
Faceva freddo quella notte, quella notte così buia : nemmeno le stelle c'erano a farle compagnia con la loro lucentezza.
Risuonavano boati, lamenti, pianti.
L'Aquila era distesa giù , sotto la polvere non riusciva a vedere più niente : era cieca.
Dopo poco riuscì ad alzarsi, provò nuovamente a sbattere le ali quando finalmente un giorno riprese il volo ma qualcosa era cambiato.
L'Aquila non aveva più un posto dove volare, un posto dove riposare, gioire, piangere, amare. Si sentiva sola ed anche se provava ad andare avanti c'era qualcosa che non glielo permetteva.
Ad oggi, ogni volta che ripercorre "quella" notte, riprova lo stesso sconforto, la stessa paura, anche se gli anni passano questa sensazione la tormenta.
L'Aquila però è in grado di reagire, di non mollare, e spera davvero di poter tornare a volare nel suo cielo, più forte e sicura di prima portando sempre dentro di sè tutti coloro che non ci sono più , il ricordo e la consapevolezza di ciò che ha passato che mai nessuno potrà capire.
L'Aquila Ricordava, Ricorda e Ricorderà.

6 Aprile 2009 - 6 Aprile 2014 : L'Aquila Vola.

 

0
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/04/2014 23:24
    Ho Persone care che Le appartengono, ma Tutte Quelle dell'Aquila porto nel cuore... Mi hai commesso profondamente... Le descrizioni scelte sono bellissime, e le hai illustrate con <vera maestria>.

5 commenti:

  • Lunetta il 06/04/2014 11:42
    Cara vera, ringrazio anche te per le belle parole. Sono molto contenta di poter trasmettere parte delle mie emozioni ad altre persone tramite la scrittura. Ti mando un caloroso abbraccio.
  • Anonimo il 05/04/2014 23:29
    E ce n'è anche un altro di errori: <commosso>... SCUSA.
  • Anonimo il 05/04/2014 23:27
    Chiedo scusa per l'imperdonabile reflusso: Leggasi, ovviamente, <L'Aquila>.
  • Lunetta il 05/04/2014 19:50
    Ti ringrazio Valentina. Speriamo in un futuro migliore
  • Valentina il 05/04/2014 19:45
    Andare avanti senza mollare mai, vivere ogni esperienza e portarsela nel cuore per sempre... bellissima!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0