accedi   |   crea nuovo account

Lo strano destino

Syd aveva 26 anni, viveva in una remota cittadina del Lazio, la sua casa era isolata, in disparte. Lontana dalla mondanità, appartata nella solitudine e nella quiete. Era una casa coloniale costruita durante il ventennio, possedeva circa14 ha di terreno. Lontana da occhi indiscreti, qui syd poteva sbizzarrirsi nelle sue strane abitudini.

ordine, ordine ed ordine! Continuava ad urlarsi in testa, il soqquadro lo turbava. Ogni cosa a suo posto! Classifica! incasella! Etichetta! Ci sono quei libri horror mischiati con i fantasy! Dannazione! Non ci si capisce nulla! Chie è quell'idiota che li riposti in quel modo? Non andiamo da nessuna parte senza un po' di disciplina! E così continuava a classificare le sue cose traendone un senso di quiete e soddisfazione
Mancava qualcosa? Perché si ostinava ad ordinare le cose? Stava cercando un nonsoche, attraverso quelle azioni? Si era ostinato nella ricerca di un tassello che lo avrebbe reso libero.

Finito di mettere a posto i libri scese giu in cucina, dove sorseggiò un bicchiere d'acqua. Andò ad accendere la televisione. Poche immagini, qualche spezzone di pubblicità, lo spot del cacao che si scioglie nel latte, quello del maggiordomo che serve la signora nella sua limousine. Era tutto così strampalato, egli pretendeva di trovare un filo conduttore tra i vari spot, talvolta lo trovava. Dapprima lo spot del cioccolato, poi quello della crema per i brufoli. Era una congiura? Continue trasmissioni di cucina, dove le pietanze sono fritte e rifritte, seguite da trasmissioni di medicina e salute. bah Rifletteva ed osservava, gli spot erano sempre gli stessi. Nonostante notasse l'evolversi del messaggio, sempre più coinvolgente, sempre più ammaliante. Sebbene avesse sviluppato degli anticorpi potenti, ora anche lui iniziava a farsi incantare dallo shampoo alle erbe. Per i suoi capelli ispide, ricci e neri era l'ideale.

. Si trovava a casa solo, abbandonato prese la sua chitarra e iniziò a suonare. Non era mai andato oltre il rock 70, musica odierna non ne ascoltava. Queen, pink floyd, dire straits. Questi adorava e questi suonava.

erano esattamente le 00. 00 del 3/1/2008, Syd scese nel salone, accese la tv e seguì una trasmissione che parlava di ragazzi disadattati. Si parlava di alcuni stermini commessi da giovani fuori di testa. Riportavano l'esempio di come molti di questi amassero i videogiochi fps, dove il personaggio si ritrovava a dover sterminare quante piu persone possiblile. Ed è proprio qui che scattava la scintilla della follia, poichè il gioco e la morte si sfioravano e scaturivano in fatalità.
Dopodichè parlarono di un ragazzo che come syd soffriva di allucinazioni uditive durante la notte. Syd lo ascoltò con occhi grandi. Questo ragazzo era ora rinchiuso in un manicomio dove gli veniva somministrata una grande quantità di risperidolo, farmaco comunemente adoperato per curare le psicosi. Parlavano che questi fosse un intelletto di ordine superiore, nonostante intrattenesse dei dialoghi con lucifero ed annessi diavoletti.

123

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0